Parrocchia Immacolata Diamante

Home

 

 

Veglia Mariana

Maria Donna dei nostri giorni

 

INTRODUZIONE

CANTO D'INGRESSO

 

Guida: Stasera in questa veglia di Preghiera vogliamo riflettere su Maria, segno della

fedeltà a  Dio e al suo progetto d'amore. Vogliamo pregare  Maria, perché ognuno di noi, nell’obbedienza, possa contribuire alla realizzazione del progetto che da sempre Dio ha su ciascuno di noi.

Guida:Ti saluto, o Maria, Madre di Dio, tesoro venerato da tutto l'universo, luce che non si spegne mai, dimora per colui che nessun luogo può contenere, tu che hai fatto crescere una spiga che non appassirà giammai.

TUTTI: Per te esultano i cieli, per te l'umanità decaduta si è rialzata, per te il mondo

intero ha conosciuto la verità.

Guida:Per te il Figlio unico di Dio ha fatto risplendere la sua luce su coloro che erano nelle tenebre, seduti all'ombra della morte. Per te gli apostoli hanno annunciato la salvezza a tutte le nazioni. O Madre di Dio per te la terra intera esulta di gioia.

GUIDA:Ti salutiamo con l'Angelo piena di grazia:

TUTTI: Ave Maria, il Signore è con te!

GUIDA:Ti salutiamo con Elisabetta:

TUTTI: Tu sei benedetta fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno; te beata perchè ai

creduto alle promesse del Signore!

GUIDA:Ti salutiamo con le parole di San Luca:

TUTTI: Beata perchè hai ascoltato la parola di Dio e l'hai messa in pratica.

Guida:Ti lodiamo figlia prediletta del Padre:

TUTTI: Ti benediciamo, Madre dei Verbo Divino.

Guida:Ti veneriamo, dimora dello Spirito Santo:

TUTTI: Ti invochiamo, Madre e modello di tutta la chiesa.

Guida:Ti contempliamo, immagine compiuta delle speranze di tutta l'umanità.

TUTTI: Maria Tu sei la piena di grazia!

Guida:Tu sei la Vergine dell'annunciazione,

TUTTI: Il sì dell'intera umanità al mistero di salvezza. Tu sei la Figlia di Sion e l'arca

della nuova Alleanza.

Guida:Vergine del cammino di Gesù, della vita nascosta e dei miracolo di Cana; Madre dolorosa

del Calvario e Vergine gloriosa della risurrezione:

TUTTI:Tu sei benedetta fra le donne: Il Signore è con te!

Padre Nostro e 10 Ave Maria (Composizione grafica del mistero con 10 granuli)

 

CANTO:

 

II Momento: MARIA, DONNA DELL'ASCOLTO E DELL'ATTENZIONE

 

1° LETTORE Gv 2,1-5

2° LETTORE Ti ringraziamo Signore Gesù perchè ci hai riuniti questa sera ancora una volta per

contemplare la tua parola. Noi, Signore, vogliamo imparare a meditarla, come Maria, e vogliamo essere disponibili a dirti il nostro Sì ogni giorno. Rendici attenti al momento umano e divino, per saper cogliere ciò che dobbiamo fare.

3° LETTORE: Rivolgiamo la nostra preghiera a Dio che ama coloro che ascoltano la sua parola e la

mettono in pratica.

- Signore tu hai costituito Maria madre di misericordia:

TUTTI: Concedi a noi, quando siamo nella prova di sperimentare il suo amore.

- Tu hai reso Maria attenta alla tua parola e ne hai fatto una serva fedele:

TUTTI: Rendi noi tutti attenti alla tua volontà per compiere i nostri doveri.

- Salvatore del mondo, Tu hai voluto Maria libera dal peccato fin dalla nascita:

TUTTI: Conservaci puri e santi per essere tempio dello Spirito Santo.

- Re dell'universo tu hai voluto tua madre assunta con Te in cielo:

TUTTI: Fa, che non attacchiamo il nostro cuore ai beni che passano, ma che desideriamo

sempre la realtà dei cielo:

- Signore Tu hai reso Maria forte presso la Croce di Gesù:

TUTTI: Sostiene quelli che soffrono ogni giorno

- Tu hai voluto vivere in una famiglia

TUTTI: Fa che nelle nostre famiglie regni l'amore.

Guida: Maria, sono tante le volte in cui noi non comprendiamo. Fa che l'umiltà e la

sofferenza del “Tuo” non capire, sia di sostegno all'insofferenza, all'orgoglio e talora alla

superbia del “nostro” non capire. Guarisci, con la tua dolcezza e perseveranza, con il tuo silenzio

paziente, la ribellione che spesso accompagna le nostre riflessioni sulla nostra vita, sulla vita

delle nostre comunità e della Chiesa. Amen

Padre Nostro e 10 Ave Maria (Composizione grafica del mistero con 10 granuli)

 

CANTO:

III Momento: MARIA, DONNA DELLA CONCRETEZZA E DELLA RICONCILIAZIONE

1° LETTORE: Nel brano che ora ascolteremo Maria si presenta come colei che riflette, decide e

Agisce. La concretezza di Maria non si ferma davanti a niente, perchè il suo cuore

non è diviso nè pervaso da segrete paure. Ascoltiamo questo brano del Vangelo in piedi.

2° LETTORE Lc 1,36-45

Riflessione

 

3° LETTORE Rivolgiamo ora la nostra preghiera a Maria perchè interceda per noi presso il suo

Figlio:

 

TUTTI: Santa Maria prega per noi

4° LETTORE - Quando ci logorano i pensieri cattivi e quando il nostro cuore è pervaso dalle paure

e dalle divisioni, prega per noi/ Rit.

- Quando non facciamo ciò che possiamo fare, illuminaci, ti preghiamo! Rit.

- Quando non sappiamo mettere ordine nella nostra vita aiutaci e riconcilia in noi la mente, il cuore

e l'azione. Preghiamo./Rit.

- Quando ci assalgono i dubbi, le angoscie, la morte, intercedi per noi! Rit.

- Perchè possiamo essere strumenti della Pace nel nostro mondo che anela alla pace Rit.

- Segui con il Tuo sguardo i malati, gli anziani, le persone sofferenti, Ti Preghiamo/Rit.

- Perchè i giovani, guardando a Te, possano rispondere alla chiamata del Signore con cuore

generoso e amore totale, Preghiamo/Rit.

- Perchè ogni casa sia il nucleo dei valori autentici della Sacra Famiglia, Preghiamo/Rit

- Perchè i bambini possano crescere in un clima di amore e di gioia, Preghiamo/Rit.

Padre Nostro e 10 Ave Maria (Composizione grafica del mistero con 10 granuli)

CANTO:

 

IV Momento: MARIA, NOSTRO FUTURO

1° LETTORE Maria glorificata nell'Assunzione è la creatura che ha raggiunto la pienezza della

salvezza fino alla trasfigurazione dei corpo. E' la madre che ci aspetta e ci sollecita a camminare verso il

compimento dei Regno di Dio. La Madre dei Signore è l'immagine della Chiesa, luminosa garanzia che il

suo destino di salvezza è assicurato perchè come in Lei, così in tutti noi lo Spirito dei Risorto attuerà pienamente la sua missione: ella è già quello che noi saremo. In tal modo Maria diventa segno di speranza per tutti gli uomini, la certezza che la storia e tutto il creato camminano verso la pienezza di Dio.

3° LETTORE Il Regno di Dio, che è presenza di Cristo nella storia, ha avuto il suo inizio

nell'accoglienza di Maria. Lei si è fatta trovare dal Signore e si è fidata della sua Parola. Proclamando

la fedeltà di Dio per tutte le generazioni lei assicura la vittoria dei poveri e degli umili, il trionfo del bene

sul male. Con questa fede proclamiamo, a cori alterni, il Magnificat dì Maria.

Antifona viene cantata da TUTTI:

Magnifica il Signore anima mia/ e il mio spirito esulta in Dio/ Alleluia, Alleluia, Alleluia/

Alleluia, Alleluia

1CORO: L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore.

2 CORO: Perchè ha guardato l'umiltà della sua serva/ d'ora in poi tutte le generazioni mi

chiameranno beata.

1 CORO:Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e santo è il suo nome (Antifona)

2 CORO:: Di generazione in generazione la sua misericordia si estende su quelli che lo temono

1 CORO:Ha spiegato la potenza del suo braccio ha disperso i superbi di cuore

2 CORO:Ha rovesciato i potenti dai troni ha innalzato gli umili(Antifona)

1 CORO:Ha ricolmato di beni gli affamati ha rimandato i ricchi a mani vuote.

1 CORO: Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia.

2 CORO:Come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. (Antifona)

Guida:

Maria, Madre di Gesù, figlia di Nazaret, Donna di un popolo itinerante e oppresso, compagna del

nostro cammino. Tu che sei sempre stata fedele alla speranza del tuo popolo, insegnaci ad essere

fedeli alle aspettative e speranze del nostro tempo. Tu che sei stata fedele al Tuo figlio fino alla croce, insegnaci ad essere fedeli al Vangelo nella condivisione e nel servizio, nella denuncia della morte e nella difesa della vita.

Maria del Magnificat, che il tuo canto di liberazione ci impegni ad essere liberi e liberatori.

Compagna del popolo di Dio, cammina sempre con noi: tenendo Gesù tra le tue braccia quando ci

sentiamo piccoli, indicando la via per seguire Gesù quando ci sentiamo troppo cresciuti. Come te,

seguaci di Gesù, donne e uomini, giovani e adulti, andremo avanti in questo comune

peregrinare, in comunione col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo.

Padre Nostro e 10 Ave Maria (Composizione grafica del mistero con 10 granuli)

 

V Momento: Maria, madre di famiglia

Guida: Abbiamo voluto vegliare insieme davanti alla Madre Vergine Immacolata e Incoronata Regina del cielo e della terra.

In quest’ultimo momento di veglia vogliamo esprimere la nostra appartenenza  alla chiesa, famiglia di Dio. Ognuno di noi ha un percorso personale come risposta al dono della fede. Chiediamo a Maria che tenga sempre uniti i figli attorno all’unico Padre.

Padre nostro (Composizione grafica del mistero con 10 granuli)

Ac: Maria ti offriamo il fiore della preghiera e della testimonianza di fedeltà alla chiesa nel quotidiano. Rendici docili alla Parola di tuo Figlio Gesù. Recita di due Ave Maria

Agesci: Maria ti offriamo il fiore della spiritualità della strada. Aiutaci a vivere il cammino della nostra educazione e del nostro servizio nello spirito del vangelo e nella fedeltà alla Legge Scout: Recita due Ave Maria

Rinnovamento: Maria ti offriamo il fiore della fraternità. Prendici per mano e rendici aperti accoglienza dello Spirito Santo che trasformi i nostri cuori e le nostre menti: Recita di due Ave Maria

Neocatecumenali: Maria ti offriamo il fiore dell’ascolto della Parola e della testimonianza della fede in conformità ai comandamenti. Guidaci in  questo cammino di conversione e di vita nella carità: Recita di due Ave Maria

Semplici fedeli: Maria ti offriamo il fiore della chiesa. Fa’ che tutti noi prendiamo coscienza della bellezza dell’appartenenza alla chiesa, famiglia di Dio. Che tra noi scompaia la divisione e la discordia e regni Gesù, presenza di amore e di condivisione. Recita di due Ave Maria

Canto della Salve Regina - Litanie

CANTO FINALE:

 

 

 

Preghiere dei Fedeli

II Domenica di Quaresima

  1) Per la Chiesa, perchè nei momenti difficili, sappia guardare a Cristo trasfigurato per riceverne forza spirituale.   Preghiamo

   2) Per i governanti e per coloro che reggono le nazioni, perchè sappino collaborare per un mondo più giusto, nel quale regni la pace e la tolleranza.  Preghiamo

  3) Per le nostre famiglie, perchè trovino nella parrocchia quel clima cordiale di amicizia e solidarietà.  Preghiamo

  4) Per  coloro che sono nella sofferenza, perchè attraverso lo sguardo luminoso di Cristo, possano godere dell'amore di Dio.    Preghiamo

  5) Per noi ragazzi, perche in questo tempo di Quaresima, possiamo essere più disponibili verso gli altri, vivendo in maniera cooerente l'impegno della nostra fede.    Preghiamo

 V Domenica di Avvento 

Domenica, 23 Dicembre 2012

 Per la chiesa che attende con gioia il Natale del Signore perchè viva questo tempo di attesa con cuore aperto al  Signore che viene a visitare l'umanità avvolta nei limiti dell'egoismo, della paura per il futuro e del vuoto dell'essere. Il Signore Gesù che viene sia il padrone di casa della nostra vita. Preghiamo

Per quanti ci governano perchè si pongano in ascolto del grido dei bisognosi, dei poveri, dei senza tetto, di coloro che non riescono a trovare un lavoro che consenta di vivere dignitosamente: siano i primi a rendersi disponibili per una più equa distribuzione della ricchezza, preghiamo

Per le famiglie della nostra comunità affinchè guardando al  bambino Gesù posto nel presepe di casa,avvertano la grave responsabilità dell'accoglienza della vita e della sua custodia; affinchè i bambini siano fatti nascere, curati come persone ed educati ai valori fondamentali che rendono bella l'esistenza umana, preghiamo

Per quanti in queste vacanze natalizie tornano dall'università o dai luoghi di lavoro al nord o all'estero, affinche trovino nelle loro famiglia quella serenità che li rende più umani e contribuiscano, con la loro presenza, a rendere migliore la il paese la comunità d'origine, preghiamo

 

XXX Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 4 Novembre 2012

Per la Chiesa, perché ricolmata dalla grazia di Dio, risplenda come segno della Sua presenza di pace e di giustizia nel mondo e, attraverso la Parola e la testimonianza, indichi ad ogni uomo la via del perdono, della generosità, dell’amore. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità politiche, perché superando ogni forma di ambizione e di potere, e attenti alle difficoltà sociali ed economiche del nostro tempo, si impegnino nella realizzazione di progetti che concorrano alla costruzione della pace e al rispetto per la vita di ogni uomo. Preghiamo

Per i soldati in missione di pace che offrono con coraggio il proprio servizio a sostegno dei popoli oppressi dalla guerra e dalla miseria, dando esempio di grande generosità, perché il Signore li protegga dai pericoli e doni loro la gioia di vivere al servizio del bene. Preghiamo

Per questa nostra assemblea, perché incontrando Gesù, fonte di vera comunione e ascoltando la Sua voce, apra il cuore al comandamento dell’amore, facendosi presenza fraterna, voce di tutti nella preghiera, segno di speranza e di pace nella nostra città. Preghiamo

 

XIX Domenica del Tempo Ordinario - Festa dell'Incoronata

Domenica, 12 Agosto 2012

Per la città di Diamante che celebra l’Incoronata come sua celeste patrona, perché non trascuri l’impegno di corrispondere ai valori morali e sociali che Essa indica, perché fortificata dal Pane Eucaristico possa orientare alla pace e alla carità verso i poveri e i più abbandonati la vita della città. Preghiamo

Affidiamo all’intercessione della Vergine Immacolata Don Leonardo, che il Signore in questi giorni sta provando con la malattia, perché in questi momenti di totale affidamento alla misericordia di Dio, sia sostenuto nella preghiera dall’amore della comunità cristiana. Preghiamo

Per coloro che Amministrano la città e che oggi rinnovano l’atto di fedeltà alla volontà dei padri, perché, coerenti con la loro appartenenza battesimale a Cristo servo di ogni uomo, corrispondano sempre più alla loro vocazione di vivere al servizio del bene comune per come il Signore ci insegna. Preghiamo

Per la comunità dei cristiani, perché la Vergine Santa abbia uno sguardo di benevolenza sui giovani e perché le famiglie abbiano il coraggio di indicare loro la via del Vangelo, come via che apre a una comprensione più autentica della vita. Perché l’estate non sia solo distrazione ma anche occasione per testimoniare la propria appartenenza a Cristo. Preghiamo

Per coloro che sono nella sofferenza e nel disagio sociale, per tutti coloro che stentano a guardare con fiducia al futuro, perché sappiano cogliere nella nostra comunità parrocchiale, che vuole imitare le virtù di accoglienza gratuita della Vergine Santa, una energia affettiva sempre più autentica, da valorizzare a sostegno delle loro tante difficoltà. Preghiamo

 

XVIII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 5 Agosto 2012

Per la Chiesa, perché risvegli nell’uomo la consapevolezza che egli è sempre in cammino alla ricerca di una meta che conduce alla Terra promessa che trascende ogni valore puramente umano, nella fiducia nell’intervento di Dio sempre presente in ogni momento ed in ogni difficoltà. Preghiamo

Per la città di Diamante perché nella Vergine Immacolata che ha proclamato sua Patrona e Regina, rinnovi e rafforzi la fede, trovi le ragioni della speranza, la gioia del cammino di ogni giorno nella serenità, nella pace, nell’unità, crescendo nell’amore nella comprensione e nella stima verso tutti. Preghiamo

Per quanti sono provati da difficoltà e vivono preoccupazioni esistenziali, perché siano disponibili ed aperti ad accettare ogni situazione come espressione della volontà di Dio. Preghiamo

Per i senza dimora fissa che vivono l’esperienza quotidiana dell’esodo, perché nel loro cammino incontrino la provvidenza di Dio attraverso l’intervento attento, pronto, generoso dei fratelli che li accolgono e condividono le loro necessità. Preghiamo

Per la nostra comunità che vive con particolare intensità la devozione alla Incoronata, perché guidata da Lei sappia alzare lo sguardo verso l’alto, crescere nell’amore a Gesù. Pane della vita che sazia la nostra fame e ci rende capaci di essere pane per gli altri nella comunione e nella solidarietà. Preghiamo

 

XVII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 29 luglio 2012

Per la comunità ecclesiale, perché cresca nella coscienza di essere la comunità del Pane eucaristico ricevuto e condiviso, perché seguendo l’esempio di Gesù viva sempre con entusiasmo la disponibilità al ringraziamento e alla condivisione della propria povertà. Cresca nella coscienza che la propria povertà, visitata e sostenuta dalla benedizione di Dio, sia sufficiente a sfamare, materialmente e spiritualmente, coloro che il Signore ci fa incontrare lungo il cammino della vita. Preghiamo

Per coloro che il Signore ha posto come pastori delle nazioni, perché siano attenti al grido dei popoli loro affidati, che chiede di vivere la fraternità in Cristo. Perché coscienti della responsabilità di essere al servizio di ogni uomo, aiutino a vivere la libertà religiosa, sappiano distribuire in modo equo i beni della terra, concorrano con leggi più giuste a colmare il divario esistente fra i ricchi e i poveri. Preghiamo

Per le persone anziane e per coloro che si sentono soli, perché sentendo la vicinanza della comunità cristiana, sappiano vedere in essa la presenza di Cristo, si impegnino a sostenerne l’opera evangelizzatrice con la loro preghiera e la loro sofferenza offerta in comunione con la croce di Cristo, e, anche se visitati dal dolore, sappiano cogliere entusiasmo sempre nuovo per continuare con gioia il cammino della vita. Preghiamo

Per i disoccupati, gli sfruttati e per tutti coloro che non si sentono valorizzati e rispettati nei loro diritti e nelle loro capacità, perché confortati dalla Parola del Signore e nutriti al Pane della vita, nella gratuità, mettano al servizio dei più deboli i carismi loro affidati e non valorizzati, e non si scoraggino, nella certezza che il Signore sostiene sempre chi confida in Lui. Preghiamo

Perché l’Amén che diciamo ricevendo l’Eucarestia, oltre ad esprimere la nostra fede nella presenza vera di Gesù, quale Pane che nutre e fortifica gratuitamente la nostra fragilità, sia un sì alla responsabilità di portare nel mondo con l’impegno cristiano della nostra vita, vissuta nella riconciliazione e nella pace, il messaggio d’amore e di speranza che Lui ci affida. Preghiamo

 

XVI Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 22 luglio 2012

Per la Chiesa, perché con sollecitudine apostolica sappia radunare intorno a Gesù quanti sono dispersi e lontani, maturando in ogni comunità comprensione e condivisione fraterna. Preghiamo

Per i pastori della Chiesa, per i nostri sacerdoti, perché nella totalità della donazione a Cristo ed alla Chiesa, anche in tempi di prova e di contrarietà, siano guide sante, umili e generose per il gregge loro affidato nella strada terrena per giungere al banchetto eterno. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità governative, perché ispirati da valori di giustizia sociale, si impegnino ad abbattere barriere di separazione e di rivalità fra i popoli, comprendano le loro necessità e dirigano la loro mente e la loro volontà a disegni di pace, operando per la costruzione di un futuro più sereno. Preghiamo

Per la nostra comunità, perché nel ricevere il messaggio custodito nella Parola, continui ad adoperarsi a comunicarlo ed applicarlo nell’accoglienza e nella carità ai fratelli di ogni cultura e nazionalità. Preghiamo

Per tutti noi che partecipiamo all’ Eucaristia, perché Essa sia sosta per riprendere il cammino: quello del Vangelo che insegna a vivere, che mostra il volto di una fraternità operosa in Gesù, guida e modello. Preghiamo

 

XV Domenica del Tempo Ordinario

15 luglio 2012

Per la Chiesa, chiamata ad annunciare la Parola di Dio con fervore di fede, stile di vita sobrio, misericordioso e coraggioso, perché possa testimoniare la Verità e realizzare così un mondo di pace e di fraternità. Preghiamo

Per tutti i credenti, perché come gli apostoli inviati da Gesù ad annunciare la venuta del Suo regno, intraprendano il cammino della missione per seminare speranza e gioia in chi ancora non conosce e non ama Dio. Preghiamo

Per la piccola Cecilia che con il Sacramento del Battesimo è inserita in Cristo, perché guidata dai genitori e sostenuta dalla testimonianza della comunità che l’accoglie, cresca nella conoscenza e nell’Amore di Dio che la colma della Sua grazia. Preghiamo

Perché i mezzi di comunicazione sociale, in particolare la televisione, internet, face book, siano usati con opportuno discernimento e senso di responsabilità, e nel rispetto della dignità di ogni persona, siano nella società di avanzate tecnologie, strumenti di conoscenza per costruire rapporti di solidarietà e di diffusione della Parola. Preghiamo

Per le anime del Purgatorio, in particolare per quelle non ricordate dai propri familiari, perché per l’intercessione della Vergine del Carmelo e la preghiera di tutti i fedeli, sia loro abbreviato il tempo della purificazione per poter godere al più presto della visione beatifica di Dio. Preghiamo

 

XIV Domenica del Tempo Ordinario

8 luglio 2012

Per la Chiesa, partecipe della missione Sacerdotale, Profetica e Regale di Cristo, perché anche quando è provata da incomprensioni e rifiuti, fortificata dalla fede, aiuti gli uomini ad aprirsi alla speranza, ad accogliere la Verità, ad avvicinarsi a Dio con umiltà. Preghiamo

Per i volontari nei territori di missione, spesso incompresi, maltrattati e scacciati, perché sull’insegnamento di Gesù, proseguano senza risparmiarsi anche nei contesti più difficili la loro opera evangelizzatrice. Preghiamo

Per le famiglie, perché tenendo lo sguardo fisso a Cristo, possano ricevere la sapienza del cuore e sappiano trasmettere ai propri figli il dono della fede, educandoli al rispetto e al senso religioso. Preghiamo

Per i fratelli ospiti della nostra città per le vacanze estive, che accogliamo con gioia e cristiana fraternità, perché godendo delle bellezze naturali, scoprano nei doni del creato l’amore operante del Padre e trascorrano questo tempo di riposo anche come arricchimento spirituale. Preghiamo

Per questa nostra assemblea, perché sull’esempio di Gesù che ha percorso città e villaggi per annunciare il Regno, sappia cogliere i frutti dell’Eucaristia e portare ai fratelli l’entusiasmo di chi vuole vivere con i valori che Cristo propone. Preghiamo

 

XIII Domenica del Tempo Ordinario

1 luglio 2012

Per la Chiesa, perché nel guidare gli uomini alla riscoperta della fede, testimoni nella santità dei suoi ministri, che l’adesione a Cristo e al Suo Vangelo rinnova l’esistenza, rinsalda i rapporti di amicizia, incoraggia alla carità e alla solidarietà. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità governative, perché ispirati da valori di giustizia e di equità, sappiano fare scelte che promuovono fra i popoli la ricerca del bene comune, restituendo ad ogni uomo la dignità di figli di Dio. Preghiamo

Per i giovani, perché accolti con amore dalla comunità, ascoltino la voce di Gesù e rialzandosi da ogni torpore che li tiene lontani dalla Sua sequela, sappiano trovare la strada per seguirlo lungo le vie che Lui indica, e scoprire le piccole gioie che rendono preziosa la quotidianità. Preghiamo

Per i malati terminali e per quanti vivono con paura l’avvicinarsi della morte terrena, perché confortati dall’amore di chi li assiste, aprano il loro cuore alla promessa del Risorto che ha vinto la morte, affidandosi alla Sua misericordia. Preghiamo

Per la nostra comunità, perché nella consapevolezza della testimonianza del- l’amore divino che la unisce e nel rispetto della vita e della cura di ogni fratello sappia condividere nell’uguaglianza e nella solidarietà i beni dei quali è stata arricchita. Preghiamo

     

XII Domenica del Tempo Ordinario

24 giugno 2012

Per la Chiesa, perché prepari la via al Signore nella fedeltà fino al martirio, invitando gli uomini alla conversione e portandoli all’incontro con Cristo, indicandolo come il Salvatore, l'Agnello di Dio, colui che toglie il peccato dal mondo. Preghiamo

Per i cristiani di questo tempo e di questa storia, perché con la coerenza della vita rendano ragione della fede che è in loro, restituiscano dignità all’azione politica, s’impegnino alla realizzazione del progetto di Dio sul mondo e alla diffusione del Vangelo. Preghiamo

Per i piccoli: Giovanni e Giuseppe che oggi ricevono il Battesimo, perché guidati e sostenuti dall’amore e dall’esempio dei propri cari, accolti dalla Comunità cristiana, crescano con gioia nella ricerca di Dio partecipando alla vita della comunità. Preghiamo

Per la nostra comunità parrocchiale, perché nella confusione del nostro tempo, viva l’impegno della conversione quotidiana, nella fermezza della fede testimoniata nell'accoglienza dei poveri e dedicando maggiore attenzione ai tanti giovani che vivono disorientati la propria crescita. Preghiamo

Per i genitori, perché consapevoli che i figli sono il grande dono ricevuto da Dio, s’impegnino ad educarli alla vita buona del Vangelo, vivendo ogni giorno con loro un rapporto di dialogo, di comunicazione, di reciproca comprensione, di preghiera per essere insieme testimoni coraggiosi dell’Amore di Cristo. Preghiamo

 

XI Domenica del Tempo Ordinario

17 giugno 2012

Per la Santa Chiesa che ha ricevuto da Cristo il seme della fede, perché nel suo ministero coltivi e sostenga la vita dei cristiani e faccia germogliare fra i pagani del nostro tempo frutti di salvezza e di speranza. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità governative, perché riconoscendo in Gesù Cristo l’inviato del Padre, possano insieme collaborare per cercare e trovare in questi tempi difficili cammini di pace. Preghiamo

Per tutti i giovani, perché si impegnino generosamente nel cooperare all’edificazione del Regno di Dio e contribuiscano al rinnovo della società per la costruzione di un mondo più giusto e generoso. Preghiamo

Per noi che partecipiamo a questa Santa Eucaristia, perché con cuore semplice e puro sappiamo aderire a Gesù, in modo da essere a Lui graditi e rendere tutta la nostra esistenza una lieta e credibile testimonianza del Vangelo. Preghiamo

Per i sofferenti, gli emarginati, gli esclusi, i provati dalle violenze e dai conflitti, perché attraverso la vicinanza e l’aiuto di persone generose e caritatevoli, sperimentino l’Amore del Padre e la Sua presenza consolante. Preghiamo

 

A chiusura della Peregrinatio Mariae

31 maggio 2012

Grazie Maria
 per aver bussato alle nostre porte.
Ancora una volta hai percorso i nostri vicoli e le nostre strade, ti sei inerpicata sulle alte colline per ridiscendere a valle e fino a lambire il mare, sei entrata nelle nostre case.


E nelle nostre case, attraverso nella Tua santa immagine, noi Ti abbiamo accolta come persona viva. Ti abbiamo accolta come persona viva per dialogare, Tu con noi e noi con Te, per ascoltare e per essere ascoltata, a voce viva o solo intimamente. Ognuno di noi aveva qualcosa da dirti, ad ognuno di noi hai dato una risposta, un sorriso, un incoraggiamento, un consiglio, su ognuno di noi hai posato il tuo sguardo materno.


Hai bussato  e noi ti abbiamo accolta.
Peccato che non sempre è così, perché quando bussi attraverso una persona bisognosa, non sempre ti riconosciamo e spesso non apriamo.
Quando bussi sotto le sembianze di un nostro fratello che chiede qualche spicciolo all'angolo della strada o sulle scale della chiesa, spesso non Ti riconosciamo!


Quando ci chiedi di asciugare le Tue lacrime attraverso il pianto di una persona triste e disperata, spesso non Ti riconosciamo!
Quando chiedi un saluto, un sorriso, un'accoglienza, da parte di uno straniero, spesso non Ti riconosciamo!


E allora, Maria, che hai riempito le nostre case e i nostri cuori con la Tua presenza, aiutaci a riconoscerTi come persona viva in tutte le persone che ci stanno accanto e allora sì che la festa non avrà mai fine!
Grazie Maria. Amen

 

Domenica di Pentecoste

27 maggio 2012

Per la Chiesa, perché guidata dallo Spirito, sia testimone credibile in questo tempo distratto e indifferente, libera da condizionamenti umani, profetica nell’azione, Vangelo vivente per i vicini e per i lontani. Preghiamo

Per i governanti e i potenti della terra, perché illuminati dalla luce dello Spirito, trovino le soluzioni ai tanti problemi di oggi ed operino scelte efficaci e coraggiose per il bene di tutti, lavorando all’edificazione di un mondo più fraterno, segnato dalla giustizia e dalla pace. Preghiamo

Per coloro che sono alla ricerca di Dio, perché lo Spirito Santo li rigeneri e li fortifichi nell’amore, rendendoli coraggiosi e capaci di proclamare a tutti la speranza che Dio non abbandona nessuno. Preghiamo

Per i giovani del nostro Seminario che hanno accolto la voce del Signore che li ha chiamati, perché con l’azione dello Spirito Santo rafforzino la loro vocazione siano ricchezza e dono per la nostra Chiesa Diocesana. Preghiamo

Per tutti coloro che soffrono, per i fratelli provati dal dolore dei tragici avvenimenti di questi giorni, perché siano sorretti dallo Spirito Consolatore e dalla solidarietà dei fratelli per superare i disagi e le fatiche di questo difficile momento. Preghiamo

 

Ave Maria, fulgida stella del mattino! Fiduciosi, devoti e col cuore ricolmo di gioia spalanchiamo a Te le porte della nostra casa, della nostra famiglia e, soprattutto della nostra vita. Ti supplichiamo dolce e tenera madre, guida sempre i nostri passi, a volte incerti e vacillanti, donaci sempre la Tua compagnia con la Tua materna protezione.

Ti eleggiamo a fulgido ed unico esempio, insieme al Tuo Gesù, nella nostra misera quotidianità. Da Te vogliamo imparare l'umiltà, la semplicità,e la purezza del cuore; l'amore sollecito e gratuito, sola fonte di carità, di giustizia e di pace.

Aiutaci, Vergine Santissima, ad uscire dai nostri miseri e sterili egoismi, che ci rendono spesso distratti, indifferenti ed incapaci di parole gentili e di conforto, di un sorriso sincero e di una mano protesa verso il prossimo, specie quello più bisognoso.

Deh! Madre, tu che hai accompagnato il Tuo diletto figlio Gesù lungo la strada del Calvario fino alla Croce, dacci la forza per affrontare le difficili prove della vita con la giusta serenità; fa che, nei momenti di dolore e di angoscia, la nostra fede non tentenni ed il cuore non si incupisca, fino a spegnere persino la speranza.

A Te, Vergine Immacolata e Madre dolcissima, affidiamo i nostri figli: sostienili e proteggili sempre, specialmente quelli più bisognosi del Tuo aiuto, perché malati nel corpo, nella mente e nello spirito.

In particolare affidiamo totalmente a Te e al Tuo figlio i diversamente abili, proteggili sempre, ancor più quando tramonterà  la nostra vita terrena. Possano trovare sempre chi li ami, chi li accolga.

T'invochiamo infine, nostra Avvocata: intercedi per noi tutti, presso il Tuo amatissimo figlio Gesù, affinché voglia effondere copiosamente su di noi la sua Grazia, il suo Perdono e la sua Benedizione. Amen

 

VII Domenica di Pasqua - Ascensione del Signore

20 maggio 2012

Monizione - In questa domenica del tempo di Pasqua ci sentiamo invitati a guardare in alto, dove Cristo è assiso alla destra del Padre. Nell’Ascensione del Signore al Cielo, contempliamo il Mistero della Sua risurrezione e della Sua presenza in tutti i tempi e i luoghi, per sempre. Gesù risorto ci educa e ci aiuta a comprendere i segni della Sua presenza e della Sua azione nel mondo, perché diventiamo testimoni della Resurrezione. L’evento dell’Ascensione segna il compimento della Pasqua del Signore e inaugura il momento iniziale della Chiesa, invitata a percorrere le strade del mondo per annunciare la Buona Novella della salvezza. La celebrazione di questa domenica si arricchisce, per la nostra comunità, della tradizionale festa del mare, dedicata alla Vergine Addolorata che, in perfetta unione con il Figlio, si accompagna alla nostra vita nella realtà di ogni giorno, ci incoraggia e ci sostiene a vivere le prove e le sofferenze, accettando come Lei il dolore e a farne offerta al Padre.

Per la Chiesa, perché con lo sguardo proteso verso il cielo, rafforzi negli uomini la gioiosa notizia della salvezza portata da Gesù Cristo a tutta la creazione e che ora viene affidata ad ogni uomo che si pone a servizio dell’altro e cammina sulle strade del mondo per riscoprire ogni giorno il senso vero dell’esistenza. Preghiamo

Per la nostra città, per i pescatori che onorano Maria Vergine Addolorata, regina del mare, perché nelle tempeste della vita, nelle prove del quotidiano, sappiano guardare a Lei e, nel suo dolore rafforzare la fede, trovare la via che apre i cuori alla serenità, alla pace. Preghiamo

Per la famiglia, scuola di affetti e di virtù che nel vivere il dono di amore gratuito, sa aprirsi agli altri con bontà e solidarietà fraterna, perché sia sempre al centro dell’attenzione ecclesiale e civile e sia sostenuta e incoraggiata a vivere le sue responsabilità e il suo servizio. Preghiamo

Per la piccola Alida che oggi si accosta per la prima volta Mensa eucaristica, perché il dono del Pane della vita la renda consapevole del grande amore di Dio e l’aiuti a viverlo in modo profondo e vero nella famiglia e fra i compagni. Preghiamo

Per i cristiani, perché grati allo Spirito Santo per i doni ricevuti, li adoperino per l’edificazione della Chiesa e, ciascuno secondo la propria vocazione e il proprio ministero, renda presente Cristo in ogni ambito della vita. Preghiamo

Per noi che partecipiamo all’unico Pane e all’unico Calice per diventare un solo corpo con Gesù e tra noi, perché nel lasciarci accompagnare dal Vivente, riconosciamo che Egli agisce nella nostra vita personale per trasformarla e renderci autentici e coraggiosi testimoni del Vangelo. Preghiamo

VI Domenica di Pasqua

13 maggio 2012

Per la Chiesa, perché come Pietro attenta ai doni dello Spirito, apra nuove frontiere all’accoglienza dei fratelli e sia segno dell’amore di Cristo per tutti gli uomini. Preghiamo

Per i responsabili della società civile, perché nell’esercizio delle proprie funzioni, siano guidati dal precetto dell’amore che assicura ad ogni persona rispetto, comprensione, aiuto vigile nel bisogno e nella sofferenza, garanzia di giustizia e fraterna convivenza. Preghiamo

Per la piccola Greta, oggi riceve il Battesimo, perché con la guida dei genitori e della Comunità che l’accoglie, cresca nella conoscenza e nell’amore di Gesù che l’ha chiamata alla vita e la colma della Sua grazia. Preghiamo

Per le famiglie, perché, sull’esempio di Maria che ha accolto l’amore e l’ha donato, sappiamo accogliere il dono dell’Amore di Dio, farne esperienza nella vita quotidiana, testimoniarlo nei rapporti con l’altro, viverlo nella gioia e nella sofferenza fino ad "amare come lui ci ha amati."Preghiamo

Per la nostra Comunità, per ciascuno di noi, perché ci aiutiamo a crescere nell’amore di Dio, a diventare suoi amici divenendolo tra noi e cercando ognuno nel cuore dell’altro l’amore con cui Cristo ci ha amati e ci ha impresso il suo sigillo. Preghiamo

 

V Domenica di Pasqua

 6 maggio 2012

Per la Chiesa, perché unita a Cristo come il tralcio alla vite, sia sempre aperta ad accogliere la novità dello Spirito che la sostiene e la anima e superando ogni diffidenza e paura, infonda ai cristiani sparsi nel mondo, la certezza di essere amati dal Padre. Preghiamo

Per i politici, per quanti sono chiamati a governare la nostra città, perché vivano la loro particolare vocazione come servizio generoso e disinteressato, in collaborazione serena e pacifica, per il bene di tutti, per la crescita e lo sviluppo del territorio. Preghiamo

Per i piccoli Mario e Silvia che col Sacramento del Battesimo vengono inseriti in Cristo, perché crescano in serenità e grazia alla Sua sequela e siano guidati nella vita di fede dall’attenzione educativa dei genitori e dalla testimonianza della comunità che li accoglie. Preghiamo

Per le persone sole e dimenticate, perché incoraggiate e sostenute dalla carità dei fratelli possano, attraverso la loro vicinanza, ricevere la linfa vitale del comandamento dell’ Amore che apre il cuore alla gioia vera. Preghiamo

Per noi che partecipando a questa celebrazione liturgica ci stringiamo attorno all’unica Mensa e gustiamo la gioia di essere figli di Dio, perché rafforziamo l’impegno di fare ciò che gli è gradito e di amarci gli uni gli altri, come Cristo ci ha insegnato. Preghiamo

 

IV Domenica di Pasqua

29 aprile 2012

Per il Santo Padre e tutti i pastori della Chiesa, perché ad immagine di Gesù, Pastore Buono, con sollecitudine apostolica e amore verso le comunità  loro affidate, facciano maturare in ogni battezzato l'affetto per la Chiesa e la condivisione fraterna per rendere presente  l'amore di Cristo. Preghiamo

Per coloro che governano popoli e nazioni, nella grave responsabilità di donare speranza e pace ai popoli, perché riconoscendo i segni dei tempi e rifiutando ogni forma di violenza, odio e discriminazione, si lascino ispirare dalla mite forza dell’amore ponendosi, nella gratuità, al servizio degli uomini. Preghiamo

 Per i missionari, i catechisti, gli animatori della carità e tutti i laici impegnati, che nella Chiesa vivono il servizio dell’annuncio del Vangelo, perché la grazia Pasquale e l’esperienza quotidiana dell’amore gratuito del Signore, renda gioiosa la loro testimonianza di donazione alla comunità, suscitando  entusiasmo sempre nuovo in coloro che il Signore dona loro di  servire. Preghiamo

Per tutti coloro che il Signore chiama a se per una dedizione totale al Regno di Dio, perché sappiano ascoltare la voce del Signore e riscoprire il senso autentico della propria chiamata, rispondendo con cuore semplice e confidente alla responsabilità del dono della propria vocazione di vita: religiosa, consacrata, sacerdotale o familiare. Preghiamo

Per i giovani della nostra comunità, per le giovani coppie, che affidiamo al cuore della Vergine Maria, perché si sentano amati da Dio e, riconoscendo fra i frastuoni del mondo la voce di Cristo, guida sicura che conduce alla vita vera, crescano sempre più nell'amore vicendevole e con le proprie famiglie,  nel desiderio di seguirne gli insegnamenti. Preghiamo

 

III Domenica di Pasqua

 22 aprile 2012

Per il Santo Padre Benedetto XVI, per la Chiesa, perché nel proclamare mediante la Parola di Dio il messaggio dell’amore cristiano, annunci che anche oggi il Signore continua a suscitare la pace nei cuori dei credenti, chiedendo loro di portare il Suo messaggio di amore a tutti i popoli. Preghiamo

Per quanti hanno responsabilità di governo, perché illuminati dal Signore risorto che invita tutti alla riconciliazione e alla pace, orientino la loro vita all’onestà, dedicandosi al bene delle comunità loro affidate e sforzandosi di essere più attenti alle tante povertà sociali che soffocano sempre di più la serenità dei nostri giovani. Preghiamo

Per le piccole Morena e Noemi Francesca, che in questo Giorno del Signore ricevono il Sacramento del Battesimo, perché guidate dai genitori e sostenute dalla preghiera della comunità cristiana che le accoglie, crescano gioiose nella fede e diventino discepole di Gesù. Preghiamo

Per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, perché sostenuta dalla preghiera e dalla fiducia dei Cattolici, apra maggiormente ai poveri gli spazi formativi, continui a svolgere la sua preziosa missione educativa e ad offrire il suo indispensabile contributo alla cultura, perché i giovani, illuminati dalla fede, guardino con fiducia al futuro. Preghiamo

Per questa assemblea che riunita attorno all’unica Mensa nel giorno del Signore, ringrazia Cristo che perpetua il dono della sua presenza , perché canti e viva sempre la gioia di sentirlo accanto in ogni situazione della vita e sappia riconoscerlo nella vita di grazia, nella disponibilità alla pace, nei poveri. Preghiamo

    Domenica della Divina Misericordia

    15 Aprile 2012

Per la Santa Chiesa, perché rinnovata dal mistero pasquale sia testimone di fede viva e attiva e con lo sguardo aperto alla luce di Cristo, infonda nei cuori la speranza che essa rischiara anche i sentieri tortuosi della storia segnati da eventi di violenza e di morte. Preghiamo

Per coloro che si impegnano per costruire una società basata sulla giustizia, sulla solidarietà e sul rispetto dei più deboli ed in particolare per i disoccupati, i precari, gli immigrati presenti nella nostra comunità, perché sentano la forza della fede come sostegno nei loro sforzi quotidiani. Preghiamo

Per il piccolo Moreno, che oggi riceve il sacramento del Battesimo ed entra a far parte della comunità dei cristiani e per quanti oggi ricevono il sacramento del Battesimo, perché crescano nella grazia, sostenuti dall’amore di Dio e dalla testimonianza dei credenti. Preghiamo

Per gli uomini della scienza che vogliono vedere, toccare, sperimentare, facendo affidamento solo sui dati sensibili della conoscenza, perché siano raggiunti dalla grande Misericordia del Padre che trasforma in dono di grazia e di luce ogni dubbio e ogni umana resistenza. Preghiamo

Per le famiglie, per i giovani, perché nei momenti della prova, delle difficoltà, delle incertezze, sappiano sentire che l’Amore infinito della Divina Misericordia è sempre presente ed operante in mezzo a loro ed in questa consapevolezza siano testimoni di fede. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché alimentata dalla preghiera e dall’Eucarestia, viva la gioia dell’alleluia pasquale in comunione di fraterna carità e di pace con tutti. Preghiamo

Domenica di Pasqua

8 aprile 2012

Per la Chiesa , perché illuminata dalla luce della Resurrezione di Cristo, si riveli al mondo solerte annunciatrice della gioia pasquale, maestra di Verità, Madre di amore e di misericordia. Preghiamo

Per i nostri governanti, perché accogliendo il messaggio pasquale di pace e di fraternità, superando ogni forma di egoismo e di chiusura, trovino nella diversità delle loro posizioni politiche un’ intesa comune per assicurare ai disoccupati un lavoro, ai giovani la prospettiva di un futuro più sereno. Preghiamo

Per i popoli provati dalla fame, dalle persecuzioni dalla violenza e per quanti soffrono nella solitudine e nell’abbandono, perché siano raggiunti dal messaggio di Cristo vincitore della morte e di ogni schiavitù e la misericordia divina si faccia loro concretamente incontro nell’azione di cristiani disposti a mettere la propria vita a servizio degli ultimi. Preghiamo

Per le nostre famiglie, perché nella luce nuova della Pasqua, riscoprano la bellezza e la responsabilità del ruolo insostituibile di primi educatori dei figli alla fede ed ai grandi valori spirituali e morali che sono alla base della loro crescita gioiosa e fraterna. Preghiamo

Per noi che partecipiamo alla mensa eucaristica, perché non solo ascoltiamo la Parola, ma la viviamo, e, lasciandoci trasformare dal Pane vivo di cui ci nutriamo, diventiamo pane spezzato per la gioia dei fratelli e rendiamo la nostra esistenza una lieta e credibile testimonianza di Cristo risorto. Preghiamo

Sabato Santo Veglia di Pasqua

7 aprile 2012

Per la Chiesa, perché diventi sempre più comunità pasquale, sostenuta dalla fede e dalla forza della Parola, diffonda il gioioso annuncio che nel Cristo risorto si è compiuto il mistero della salvezza. Preghiamo

Per i laici cristiani impegnati in campo socio- politico, perché operino scelte coerenti con la fede che professano e contribuiscano a diffondere germi di bene e di speranza nella storia del nostro tempo. Preghiamo

Per Joun Paul, che in questa notte di luce riceve il sacramento del Battesimo arricchendo la grande famiglia della Chiesa, perché guidato dai genitori cresca in sapienza e grazia, piccolo testimone di amore e di fede. Preghiamo

Per le famiglie della nostra città, perché fedeli alla loro vocazione siano testimoni di unità, di comunione e di dialogo e vivano nella quotidianità della vita la gioia pasquale, aprendosi a slanci di carità verso i fratelli bisognosi. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché plasmata con il fuoco dello Spirito, s’impegni a vivere in pienezza la vocazione battesimale che la rende testimone di resurrezione. Preghiamo

Giovedì Santo

5 aprile 2012

Per la Chiesa , chiamata a celebrare l’Eucarestia sulla memoria del Signore Gesù, perché come il suo Maestro e Signore sia trasparenza d’amore, disposta a donare tutta la sua vita per la salvezza dell’uomo. Preghiamo

Per il Santo Padre Benedetto, per il nostro Vescovo Leonardo, i nostri parroci don Cono e don Tonino e tutti i sacerdoti, perché lo Spirito Santo custodisca in loro l’entusiasmo e la gioia del Sacerdozio. Preghiamo

Per le vocazioni alla vita sacerdotale, perché non manchino giovani generosi, disposti a diventare tra i fratelli ministri della Misericordia e della carità di Dio . Preghiamo

Per i fratelli che ogni giorno devono combattere con la fame, la miseria, la guerra, la malattia, perché trovino nei cristiani che spezzano il Pane dell’Eucarestia, persone disposte a vivere la Carità di Cristo. Preghiamo

Per quanti operano nella Caritas, nel volontariato, in ogni forma di servizio ai fratelli, perché nella loro azione siano sostenuti dall’esempio di Cristo, che si china a lavare i piedi dei discepoli. Preghiamo

Domenica delle Palme

Domenica 1 aprile 2012

1.   Per tutti coloro che hanno responsabilità religiosa e civile, affinché, vivendo le celebrazioni del grande Mistero della salvezza, imparino da Gesù a guardare con disinteresse e amore al bene comune e a dare la vita per gli altri;  possano trovare la loro forza nelle sofferenze di Cristo e la loro consolazione nella luce della Pasqua. Preghiamo

Perché questa Domenica, che incoraggia ad accompagnare Gesù nel suo ingresso trionfale nella città Santa, possa essere per i nostri figli e per tutti i giovani motivo di gioia e perché, incoraggiati dall’Apostolo, possano vivere le celebrazioni della Pasqua con le loro famiglie: Sempre lieti nel Signore. Preghiamo

Questi giorni possano alimentare, nella gioia della vita comune, l’amore per la pace, perché il Signore ci aiuti a comprendere che la vera gioia ha le sue radici nella disponibilità alla fraternità, alla vita di comunione, all’amore verso tutti da testimoniare nella disponibilità alla carità. Preghiamo

Per le famiglie, perché i genitori vivano l’impegno della testimonianza cristiana nelle proprie case, incoraggiando le famiglie loro affidate a camminare con il Signore, nella certezza che la sua compagnia rende più saldo l’amore coniugale a fa maturare una maggiore disponibilità al rispetto reciproco. Preghiamo

Per le tante situazioni di disagio sociale e le povertà umane che si accompagnano alla vita della comunità parrocchiale perché, sull’esempio della Vergine Immacolata, impariamo dal Signore, ad essere più attenti ai fratelli bisognosi che sono accanto a noi e che Lui chiede di aiutare. Preghiamo

V Domenica di Quaresima

Domenica 18 marzo 2012

Perché la Chiesa, luogo d’amore e di perdono, con le parole e le opere continui ad annunziare ad ogni uomo che solo seguendo Cristo Gesù si può partecipare alla gloria della resurrezione. Preghiamo

Perché i responsabili della vita politica e sociale, si aprano alla verità e sostenuti da uno spirito generoso, si orientino a trovare il bene della pace e aiutino tanti fratelli sfiduciati a ritrovare la speranza nel futuro. Preghiamo

Perché il povero, il sofferente, l’emarginato, l’oppresso, sull’esempio di Gesù, che ha imparato l’obbedienza dalle cose che ha patito, sappiano accogliere le prove con serenità, offrendole in sacrificio al Padre e rinsaldando la loro fede nel mistero della croce. Preghiamo

Perché il Signore nostro Dio, possa giorno per giorno rinnovare la sua alleanza con l’uomo e far germogliare nel suo cuore la certezza di essere perdonato, accolto nella sua misericordia e rigenerato a vita nuova. Preghiamo

Perché noi che partecipiamo alla Mensa eucaristica, ci sentiamo veramente attratti dal Signore e accogliendo i Suoi insegnamenti, eleviamo nel nostro cuore un canto di gratitudine e di gioia nel farci dono ai fratelli che si accompagnano alla nostra vita. Preghiamo

 

Invocazione a Dio Padre

Signore, com’è grande la luce della tua gloria che come un’impronta irradia la mia vita/ La tua sostanza penetra in me, e ravviva la fede che, tu, mi hai donato/ Spero signore, che dopo aver compiuto questo cammino, un giorno, io possa incontrarti nell’alto dei cielo/ Signore, oggi, pensavo a quanto sono grandi le mie infedeltà/ Però, non ho avuto paura, perché tu sei premuroso e misericordioso verso di me/

Tu, mi ami padre, Signore mio?/ Tu mi ami più del mio amarti/ Tu, tempio della Vita mi hai donato la tua parola che contiene lo spirito di salvezza per il mio spirito/ Io ti appartengo Signore/ Tu disseti l’arsura che arde in me con l’acqua pura che sgorga dalle sorgenti dei tuoi immensi fiumi sacri/ Acqua che purifica il mio essere che brucia il deserto più profondo del mio corpo/ La mia povertà ha bisogno di te Signore/ Il mio pregare, il mio cantare spero sia una voce insieme a tante voci che lodano il tuo nome/ Signore, beato l’uomo che fa parte della tua eredità/ Beato l’uomo, che come bimbo, piccola gioia preziosa intona le tue lodi/ Tu Signore sei ricco di bontà/

Tu, che hai creato l’uomo con grande amore, fa grazia e dona serenità e pace a chi ti ama/ Signore/ Signore tu che non salvi il peccatore per le sue opere di pentimento, ma lo liberi dall’oppressione dei suoi idoli solo per il sacrificio per il tuo figlio diletto Gesù Cristo, ascoltami!/ Signore accetta questo pensiero in ricordo del sacrificio di Cristo Gesù innalzato sulla croce, come Mosè innalzò il serpente nel deserto, remissione di ogni colpa/ Mio Dio, io credo in te/ Signore, io credo e ho fede in te, anche se nella mia debole fedeltà, come uomo, vivo, il buio della notte che distrugge ogni speranza nell’uomo eterno/ Padre, io spero nella tua luce/ Luce che farà splendere la mia luce che nasce dalla tua luce/ Padre/ Signore Onnipotente e grande, perdonami, ascolta…/

 

Invocazione alla Santa Trinità

Signore, so che sei geloso; so che sei un Dio geloso/ So che mi hai fatto uscire dalla schiavitù dell’Egitto, e stai distruggendo i miei idoli/ Tu, mi hai chiamato e mi hai portato in cammino, verso la via che mi conduce all’incontro con i tuoi comandamenti/ Io li vivo, e li soffro perché non riesco, sempre,a fare la tua volontà/ Ti temo Signore/ Ma è difficile non nominare il tuo nome in vano/ La tua santità è grande/ Il rispetto del tuo nome non è una fatica; né un lavoro/ Il vero riposo non è quello umano, ma è solo quello che tu regali al mio cuore, alla mia mente per mezzo della tua parola/ Il mio spirito ti ama, Signore/

Quanta ansia e quanta tribolazione per la mia miseria che è nella mia miseria/ Signore, parlami/ Parlami come ai parlato al tuo Mosè/ Dammi il discernimento, la pazienza e l’umiltà per accettare la tua volontà/ Sorgi Signore/ Fa giustizia del mio agire/ Fa che io esulti davanti alla tua immensità/ Padre, padre di tutti noi, fa sgorgare la pioggia di Primavera dalla tua sorgente; affinché lavi le mie iniquità e mi liberi dalla morte del mio peccare/ Benedetto sei Signore/ Dio mio, frena la mia voce e la mia lingua/ Benedicimi, benedicimi sempre/ Io ti conosco, Dio Onnipotente/ Dammi vigore oh altissimo/ Fa che proclami a chi mi sta accanto e a chi mi ascolta, la tua potenza/ Non solo i cieli narrano la tua gloria, non solo gli angeli gridano al mondo che tu sei un Dio d’amore/

La terra tutta in ogni lingua, conosce il tuo nome/ La tua legge è perfetta per chi ha fede/ Chi mi salverà dal peso dei miei peccati/ Chi controllerà la statera che è carica di tutti i miei orgogli e i miei pensieri/ Tutto diventa per me un sacrificio; tutto si trasforma in false adulazioni/ Tutti chiedono miracoli, ma io proclamo: Tu, mi hai donato il miracolo della vita/ Tu Cristo figlio unico dell’Universo intero/ Tu, sapienza, amore e carità che distrugge il male e scacci il Demonio dal corpo e dallo spirito di chi ha fede, prega per me la Santa Trinità/ Tu oh Signore, non divori il peccatore ma gli doni la resurrezione e la promessa della vita eterna/ Signore, ho bisogno di te/

Aiutami a non farti comprare o vendere per un centesimo di vana gloria quanto tu hai fatto per me/ Tu figlio del Dio amatissimo quanto sei bello, come sei bello; com’è bello vivere nella tua casa e ascoltare la tua parola/ Com’è bello ascoltare le preghiere nella tua casa, dove ogni cuore entra in compagnia della morte e ne esce con lo spirito e la mente pieni di gioia e di amore per chi non conosce/

 

Invocazione a Maria (donna ideale) Pr 31/10

Oh Maria! Donna Divina/ Oh Santa Madre di Cristo/ Oh donna perfetta per Dio e per noi/ Tu mamma dolcissima, che apri la mano per chi è misero e povero/ Oh perla preziosa che emani la luce perché frutto d’amore / Beato chi ama il tuo corpo e il tuo spirito, Oh mamma Maria/ Oh mamma mia Santa, tu sei la gioia nella casa di Dio/ Tu sei il sole di giorno e la luna di notte/ Sei anche l’amico del giusto e la custode dell’anima/ Tu sei a chiave che apre la porta del cuore morente/ sei la luce profonda, per chi arde d’amore per te/ Oh sorgente salvifica che spegne le fiamme di chi cura il suo spirito/

Tu sei sentinella notturna, che allontana di chi ha fede il timore degli angeli, infedeli al Signore/ Tu sei la mamma che con doglie e dolore ha partorito il germoglio della radice Jesu/ Tu sei la mamma dell’agnello immolato; di colui che è nato per aprire quel libro e slegare i suoi sette sigilli/ Tu, oh fiore del campo/ tu, oh giglio divino/ Tu, oh astro splendente della nuova alleanza/ Tu sei la regina della Gerusalemme celeste/ Oh donzella e l’amore divino/ Tu sei lo scrigno prezioso che conserva i talenti di Cristo Gesù e li consegna ai servi fedeli, ma “che ogni uomo del mondo” vorrebbe tenere solo per se. Oh Mamma Maria, tu sei la mamma di Cristo operaio che con l’aratro a forma di Croce ha dissodato i terreni rocciosi e va seminando i chicchi di grano che diverranno spighe preziose/

Tu Maria/ Tu la Santa/ Tu la Pia/ Tu la stella che brilla sul mare/ Sei l’oro e l’argento più puro/ Sei il sollievo e il ristoro di chi cade, ma sincero ti chiede perdono/ Tu oh bella pellegrina con noi; oh eterna Immacolata per tutti/ Tu sei la mamma che stende il suo braccio verso chi canta e lode il tuo nome/ Oh mamma adorata, apri ancora il tuo petto per chi vuol sentire il tuo cuore, che scandisce solo battiti di gioia e di amore/ Tu, Oh Mamma Maria, sei il solo tempio del tempio di Dio/ Come sanguina, com’è viva quella piaga causata dalla lama fendente/ Com’è salda quella pietra scartata dal mondo, che come carne del seno materno è diventata la colonna portante della Chiesa in Cristo/

Come sei bella Mamma Maria/ Come sei grande con la corona dalle dodici stelle/ Come sei cara per i tuoi lontani dodici figli / Oh Madre Celeste , tu sei anche la mamma dei dodici uomini, che come fratelli Cristo chiamò/ Tu sei un gioiello, oh mamma mia cara/ Tu sei un diamante/ Tu sei “il Diamante”/ Tu sei Diamante per chi ti cerca, per chi ti vuole madre mia/ Tu sei la mamma di Cristo Gesù/

 

IV domenica di Quaresima

Per la Chiesa, perché testimoni agli uomini la certezza dell’amore del Padre che nel Figlio salva, illumina, è misericordioso ed aiuta ad uscire dal buio del peccato per incontrare la luce vera. Preghiamo

Per i responsabili delle Nazioni, perché riconoscano ad ogni uomo il diritto alla libertà religiosa, a vivere nella fedeltà alla Chiesa l’accoglienza di Gesù Cristo, luce e fondamento di un umanesimo che è attento e genera l’uomo nuovo. Preghiamo

Per i giovani, perché nel cammino di ricerca della verità scoprano la bellezza della novità dell’amore cristiano, vivano il Battesimo nel lavoro, in famiglia, nella scuola, nei luoghi di svago e di divertimento, testimoniando di aver incontrato, riconosciuto e creduto in Cristo. Preghiamo

Per la famiglia, perché nella vita di ogni giorno trovi l’occasione per cercare la presenza di Dio, anche nelle tante situazioni di fragilità affettiva, e così, crescere nella fede e nell’accoglienza dei figli, con i quali condividere e trasmettere la verità del Vangelo. Preghiamo

Per gli ammalati, le persone sole, gli emarginati, perché siano aiutati ad alzare lo sguardo sul Crocifisso ad essere così inondati dalla sua luce che illumina, dal suo amore che non abbandona e dà senso pieno alla vita. Preghiamo

 

III Domenica di Quaresima

Domenica 11 marzo 2012

Monizione - Il cammino quaresimale richiede purificazione, austerità, rinuncia, perché è un cammino di libertà. Perciò il signore, in questa celebrazione, confermando la sua alleanza con noi ci riconsegna i comandamenti che sono il segno del suo amore e garanzia della nostra libertà. Noi vogliamo obbedire a Dio ascoltando e seguendo umilmente Cristo crocifisso. Egli, infatti, è la nostra libertà; fa il primo passo, parla in prima persona e ci invita ad entrare nella sua stessa santità mediante una vita santa. Lo zelo con cui Gesù caccia i mercanti dal tempio deve animare la nostra vita per affrontare serenamente e cristianamente qualsiasi situazione si presenta. Siamo invitati a seguire la strada del Signore, ad accogliere la sua Parola che ci guida ad orientare tutti i comportamenti della vita quotidiana verso di Lui. Ancora una volta, questa domenica, ci annuncia e ci fa intravvedere la speranza, anche dietro i momenti più difficili. Egli è vicino e ci aiuta a percorrere la sua strada.

Per la santa Chiesa, Corpo mistico di Gesù, perché nel donarsi con umiltà e abnegazione, annunci sempre con coraggio il mistero della Croce e sia nel mondo segno di salvezza e presenza premurosa di Cristo in mezzo ai fratelli. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità in campo politico e sociale, perché liberi da interessi di parte e da ambizioni di potere, cerchino sinceramente il vero bene degli uomini per una pacifica convivenza. Preghiamo

Per tutti gli uomini che sono alla ricerca del Dio vivo e vero, perché lo Spirito Santo doni loro la gioia di incontrare cristiani che vivano nella verità e nell’osservanza dei Comandamenti e siano segno e testimonianza dell’ amore di Dio. Preghiamo

Per tutte le famiglie, perché tenendo lo sguardo rivolto a Cristo, possano ricevere la sapienza del cuore, e sappiano trasmettere ai figli il dono della fede, educandoli al rispetto e al senso religioso della vita. Preghiamo

Per tutti noi, perché sostenuti da una fede forte e pura, abbandoniamo gli idoli del nostro egoismo e del nostro orgoglio, per seguire Cristo e donarci al servizio di ogni fratello con gratuità e gioia. Preghiamo

 

LA GIOIA

La gioia è un segno di generosità. Quando siete colmi di gioia, vi muovete più in fretta e desiderate fare del bene a tutti.

La gioia è il segno dell’unione con Dio, della presenza di Dio.

La gioia è una persona quando ha la gioia e agisce e fa le cose con gioia, parla della gioia anche senza parlarne.

Ci rendiamo conto della nostra missione di diffondere questa gioia, di irradiarla ogni giorno della nostra vita, dovunque andiamo, prima a noi stessi, poi in famiglia e poi agli altri.

La gioia è necessità e una forza. E’ il segno che Cristo è davvero risorto e cammina con noi sulle strade della vita.”

(Madre Teresa di Calcutta)

 

ALLA VERGINE MARIA

Santa Maria, Vergine del silenzio

e di misteriosa pace:

addolorata, forte, fedele,

attendi presso il sepolcro,

dove tace la Parola e giace il Santo di Dio.

Attendi vigile

Che dal buio scaturisca la Luce, dalla terra germogli la Vita.

Attendi l’alba del giorno senza tramonto,

l’ora della nascita dell’umanità nuova.

Attendi di vedere nel Figlio risorto

il volto nuovo dell’uomo redento,

di udire il nuovo saluto di pace,

di cantare il nuovo canto di gloria.

Vergine dello Spirito, icona della Chiesa,

implora per noi la tua fede nella Parola,

la tua speranza nel Regno,

il tuo amore per Dio e per l’uomo.

A te gloriosa Madre di Dio,

beata per la fede donna della pietà immensa,

la nostra lode perenne e grata. Amen

 

PREGHIERA PER LA VITA FAMILIARE

Padre del Signore Gesù Cristo, e Padre nostro,

noi ti adoriamo, Fonte di ogni comunione;

custodisci le nostre famiglie nella tua benedizione

perché siano luoghi di comunione tra gli sposi

e di vita piena reciprocamente donata

tra genitori e figli.

Noi ti contempliamo

Artefice di ogni perfezione e di ogni bellezza;

concedi ad ogni famiglia un lavoro giusto e dignitoso,

perché possiamo avere il necessario nutrimento

e gustare il privilegio di essere tuoi collaboratori

nell’edificare il mondo.

Noi ti glorifichiamo,

Motivo della gioia e della festa;

apri anche alle nostre famiglie

le vie della letizia e del riposo

per gustare fin d’ora quella gioia perfetta

che ci hai donato nel Cristo risorto.

Così i nostri giorni, laboriosi e fraterni,

saranno spiraglio aperto sul tuo mistero di amore e di luce

che il Cristo tuo Figlio ci ha rivelato

e lo Spirito Vivificante ci ha anticipato.

E vivremo lieti di essere la tua famiglia,

in cammino verso di Te, Dio Benedetto nei secoli. Amen

 

II Domenica del Tempo di Quaresima

Domenica  4 marzo 2012

 

Fratelli e sorelle, siamo entrati nella seconda domenica di Quaresima, e anche per noi, come per il popolo di Israele è incominciato il cammino che ci condurrà alla Pasqua Santa/ C’è qui fra noi qualcuno che si riconosce in una prova di ubbidienza verso a volontà di Dio?/

C’è qui, qualcuno, che si è sentito chiedere: “Temi tu il Signore?” e preso dallo sconforto non ha accettato, o non accetta i disegni di Dio/ Eppure, tutti sono solo disegni d’amore/ Amore, che si sprigiona dal volto e nel volto di Gesù/ Gesù, il Cristo, è sempre accanto a noi; è sempre nella nostra vita/ Gesù, conosce i nostri peccati e ci perdona/ La sua bontà è pari a quella del padre/ Gesù è un fondo che raccoglie le nostre debolezze, le quali pesano come il legno della croce, che oggi, Gesù carica sulle sue spalle, e trasporta per le vie della nostra terra e della nostra città/

La misericordia di Gesù: dell’unigenito figlio di Dio è grande/ Egli illumina il nostro cammino per purificare in anticipo, gli occhi della nostra mente/ Gesù, nell’ubbidienza al padre, in questo giorno, in questo grande giorno ci regala la sua trasfigurazione/ Trasfigurazione che penetra nel nostro cuore e nel nostro animo/ Domando a voi: “Chi sa se tra noi, c’è uno che è disponibile a sacrificare in olocausto, un proprio caro , senza lamentarsi, in obbedienza?”/

“Mio Dio,Mio Dio” griderà Gesù: “Perché mi hai abbandonato?”/ “Perché mi dai la morte?”/ Ma il padre , il Dio, gli ha restituito anche la risurrezione/ Il Dio dell’aurora, il Dio del giorno gli ha restituito anche la “vita nuova”/ Ascoltate fratelli: Dio è vita, chi crede in Cristo, ha l’eternità/ Chi sacrifica il suo vivere come offerta di ringraziamento, adempia ai voti voluti dal Signore/ Ecco il Cristo, ecco il Cristo trasfigurato/ Gesù è l’uomo/ Gesù non è solo l’uomo-Dio/ Gesù è Dio… Pietro, Giacomo e Giovanni osservano le vesti splendenti e bianchissime/ Guardano il Cristo che dialoga con Mosè ed Elia/ I due , conversano con l’agnello senza macchia che verrà immolato/ Pietro si rivolge a Gesù: “Signore, facciamo tre tende?”/ Rabbì “Facciamo tre capanne?”/ Fratelli e sorelle le capanne siamo noi, noi che accogliamo Gesù nel nostro cuore/ State a sentire il padre: “Questo è il mio figlio, l’amato: ascoltatelo!”/

 

Per la Chiesa, perché sempre si manifesti come luogo della riconciliazione e, del servizio fraterno per aiutare gli uomini nella riscoperta della fede; in particolare per i nostri ragazzi che si preparano alla prima confessione e vivono la tappa della consegna del Padre nostro, perché l’incontro con Gesù sia per loro motivo di luce e di gioia. Preghiamo

Per il nostro Vescovo Leonardo, per i presbiteri, i diaconi, perché con l’esempio ed il servizio pastorale rendano presente Cristo trasfigurato che apre all’ascolto della voce del Padre e ci manifesta il mistero della Resurrezione. Preghiamo

Per coloro che reggono le Nazioni e le sorti dei popoli, perché si dispongano come Abramo al dono generoso del loro servizio e utilizzino le energie della terra per soccorrere le persone che vivono nella miseria e nella fame. Preghiamo

Per gli indifferenti, per gli atei, i senza speranza, perché illuminati dalla luce di Dio Padre, trovino attraverso l’amore del Figlio la testimonianza di una fede che dà vero senso alla vita. Preghiamo

Per la famiglia, perché scopra la dimensione domestica della Quaresima, crei occasioni di preghiera comune, e unita nella carità, faccia della propria casa un luogo di accoglienza. Preghiamo

 

I Domenica del Tempo di Quaresima

Domenica 26 febbraio 2012

Monizione - L’itinerario quaresimale ci richiama alla docilità verso l’azione dello Spirito Santo, per intraprendere un cammino di conversione e maturare una più profonda consapevolezza di fede. In questo tempo propizio per la crescita della fede, la Chiesa ci chiede di riflettere sul dono della vita familiare e sull’importanza che i genitori hanno nel compito educativo in ordine alla fede. Mentre stiamo per partecipare alla celebrazione liturgica della I domenica di Quaresima, genitori e figli vivano insieme il giorno del Signore, nell’incontro della preghiera, nell’ascolto della Parola di Dio, nell’Eucaristia. Nei giorni della settimana diventino dono alla comunità, al dialogo, alla carità, per fare della parrocchia " la famiglia delle famiglie".

L’azione pastorale sostiene e incoraggia il protagonismo della famiglia, perché sia educatrice secondo lo stile di Gesù che educa e insegna. Sentiamoci insieme famiglie che accolgono e generano la vita in pienezza, custodendo i doni ricevuti, sull’esempio dell’ umiltà e della disponibilità della Famiglia di Nazareth. Siamo responsabili di un’esperienza di fede concreta e condivisa, che segna fin dall’inizio la personalità futura dei nostri figli, perché l’immagine di Dio impressa nei loro cuori sia il frutto dell’esperienza religiosa vissuta in famiglia sin dai primi anni di vita.

Per la Chiesa, perché guidata dallo Spirito, porti a tutti gli uomini, in maniera particolare agli ultimi, una parola di salvezza, l’invito alla conversione per incontrare Cristo sempre pronto ad accogliere, perdonare e donare speranza. Preghiamo

Per la nostra società attraversata da profondi cambiamenti, sociali, economici, morali, perché con lo sguardo della fede, con umiltà e fiducia, cerchi nei valori cristiani la via della giustizia e della pace. Preghiamo

Per le famiglie, perché siano testimoni di nuovi stili di vita che educhino nelle scelte quotidiane alla sobrietà, alla rinuncia, alla solidarietà in favore di chi vive situazioni di povertà, di abbandono, di sfiducia. Preghiamo

Per i giovani della nostra città, perché nella loro giornata sappiano fare spazio alla preghiera e al silenzio interiore per ascoltare Cristo, ripercorrere le tappe della sua passione, per ritrovarsi spiritualmente rinnovati e disponibili verso gli altri. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché viva il cammino quaresimale come tempo privilegiato per pregare più intensamente, approfondire la Parola, per esprimere vicinanza solidale e fraterna a quanti soffrono. Preghiamo

 

 

VII Domenica del Tempo Ordinario

19 febbraio 2012
 

Tu,che chiedi un amore più grande,a coloro che ti seguono più da vicino: assisti il nostro Papa Benedetto,il nostro vescovo Leonardo,tutti i sacerdoti e  missionari,perchè servano con grande amore il popolo affidato alle loro cure. Preghiamo

Per tutti coloro che esercitano un ministero nella chiesa:affinché in comunione di fede con Maria,ascoltino,amino e annuncino la parola di Dio con  fedeltà e zelo. Preghiamo

Per quanti soffrono nell'anima e nel corpo:affinché scoprano il valore della  sofferenza che,accolta e offerta per amore di Dio,salva e santifica se stessi e le anime che la divina provvidenza ha affidato a ciascuno di noi. Preghiamo

Per quanti bussano alla porta della nostra comunità cristiana: trovino un  ambiente accogliente in cui regna il rispetto,la pazienza e la carità. Preghiamo

Per il mondo intero:perché le nazioni più progredite aiutino quelle meno  sviluppate nel processo di emarginazione,dalla miseria,dall'ignoranza e dalla malattia. Preghiamo
 

VI Domenica del Tempo Ordinario

Santa Messa animata dal Rinnovamento nello Spirito

12 Febbraio 2012

     Oggi la celebrazione è animata dal soffio dello Spirito Santo. Il Lebbroso è la figura sulla quale è incentrata questa liturgia domenicale; un lebbroso che riacquista la salute ad opera di Gesù. Il tema della lebbra è di rilevante importanza per la lettura sapienziale dei testi e per comprenderne a fondo il senso è opportuno far riferimento al significato che gli Ebrei davano a questa malattia. Secondo il popolo ebraico, infatti, la lebbra era considerata la malattia che rendeva l’uomo impuro e, pertanto, ne decretava l’isolamento. La condizione del lebbroso va letta, dunque, secondo la dicotomia: impuro - emarginato; impuro perché dell’uomo distruggeva l’integrità e la vitalità fisica; emarginato in quanto la piaga rappresentava l’inequivocabile segno del peccato in tutta la sua gravità. La Legge del Levitico mette bene in luce come la lebbra non fosse considerata dal punto di vista sanitario, ma avesse una valenza esclusivamente religiosa e rituale. Il lebbroso veniva escluso dalla società, inabilitato alla comunione, impossibilitato ad un contatto con la collettività. Tale "isolamento" mirava a preservare "la santità del popolo di Dio" e la lebbra, segno tangibile del peccato, poneva l’uomo al di fuori della comunità, ad una chiusura relazionale con Dio e ne faceva lo "scomunicato" per eccellenza. Ma la guarigione operata da Gesù ha un significato molto più profondo della semplice liberazione da una malattia e della riammissione nella comunità, diventa simbolo della liberazione dal peccato. La guarigione dalla malattia rappresenta il momento dell’azione salvifica di Cristo. Gesù, in questo gesto, appare come colui che "si è caricato delle nostre sofferenze", si è addossato i nostri peccati e ci ha guariti nella radice del nostro essere. Questo si realizzerà nella sua passione e morte, quando sarà condotto a morire insieme ai malfattori, " fuori dell’accampamento".

     La condizione del lebbroso non è molto cambiata dai tempi di Gesù, essa ha lo stesso volto disumano di sempre. Il lebbroso di ieri, reietto dalla comunità ebraica, diventa l’escluso della società di oggi. La nostra attenzione e considerazione, infatti, non si può fermare solo sulla lebbra. Ci sono tante altre realtà e categorie di emarginati, di gente tenuta fuori da una comunità che non li vuole o non li considera. I lebbrosi di oggi sono i disabili, i giovani drogati, gli anziani, i malati, i carcerati, i disoccupati, tutti coloro che soffrono nel corpo e nello spirito. Sono coloro che mancano dei beni primari: cibo, vestiti, casa, medicine, lavoro, istruzione, mezzi necessari per condurre una vita dignitosa e a misura d’uomo. Chi vive nella prosperità, nell’opulenza non può e non deve dimenticare chi vive nel degrado, nella solitudine e nella miseria. La carità cristiana deve guidarci nella ricerca dei più deboli, deve aiutarci a supportarli, a consolarli e a sollevarli con premurosa cura. Questa, forse, è la sfida più grande che oggi la Chiesa e i cristiani devono affrontare. Ricordiamoci che la vera malattia è la perdita della grazia e dell’amore di Dio dalla quale è impossibile guarire. Ma Gesù è sempre pronto a tenderci la sua mano, a proporci la sua amicizia, a rischiararci la strada con la luce del suo Spirito, con la sua Parola viva che ci sostiene e ci dà forza. E’ Lui che ci cerca e ci trova, con la nostra umanità ferita, nel silenzio del nostro cuore e ci invita insieme, come comunità, a fare esperienza di Lui.

 

Per la Chiesa di Dio, perché accolga e aiuti il popolo cristiano a valorizzare la chiamata di Cristo e si presenti al mondo come portatrice di giustizia e di pace, desiderosa solo di mettersi al servizio degli uomini per la loro piena salvezza e liberazione. Preghiamo.

Per i governanti, perché affrontino con impegno, coerenza e onestà l’amministrazione della cosa pubblica, superando gli egoismi e i conflitti di interesse e risolvano con responsabilità ed umanità i problemi degli emarginati, dei poveri, dei disoccupati e di tutti coloro che vivono nel disagio sociale.

Per la comunità di Diamante e in modo particolare per i giovani perché sull’esempio di Cristo trovino la forza per abbattere il muro dell’indifferenza e della divisione che tiene lontani gli uni dagli altri.

Per coloro che a causa della malattia, della vecchiaia o della povertà si sentono esclusi dal vivere insieme ai propri fratelli, perché trovino nella parola salvifica di Cristo e nel sostegno dei cristiani la speranza di una vita migliore e la forza di non disperare. Preghiamo

Padre Santo ti vogliamo benedire e ringraziare in Gesù Cristo perché oggi hai voluto dare a noi, fratelli del Rinnovamento nello Spirito, la grazia di vivere e animare come Chiesa questo sacrificio eucaristico. Effondi attraverso il dono dello Spirito Santo, il seme della carità che libera dal peccato e ci proietta verso la Luce che redime e guarisce. Preghiamo

 

V Domenica del Tempo Ordinario

5 Febbraio 2012

Santa Messa animata dal Gruppo Eucarestia

Oggi si celebra la trentaquattresima giornata della vita. La vita è un dono prezioso che Dio ci ha dato, va rispettata e protetta fin dal momento del concepimento. Con la grazia del battesimo, siamo stati rigenerati e guariti, e il Signore con la sua misericordia ci rinnova ogni giorno. Spesso ci troviamo in situazioni di sofferenza, di dolore che feriscono la nostra vita e quella dei nostri cari, ma il Signore non ci abbandona. Oggi il Vangelo di Marco, ci parla della suocera di Pietro, che dopo essere stata guarita, si mette  subito a servire. Per essere tetimoni e annunciatori di Cristo, occorre vivere la propria vita con la preghiera. Chiediamo a Gesù, che ci indichi la strada che dobbiamo seguire, se vogliamo essere suoi  discepoli.

Per la Chiesa, perchè in ogni sua parola e in ogni suo gesto, faccia trasparire sempre più chiaramente il Signore Gesù, in cui crede e in cui spera. Preghiamo.

Per i governanti e per coloro che hanno responsabilità civili, perché si trovino concordi ad operare per il bene comune, prestando attenzione ai bisogni dei più deboli. Preghiamo.

Per le nostre famiglie, perché accrescano il senso di ospitalità e di comunione dell'amore e diventino luogo privilegiato di accoglienza della vita per la ricerca del bene di tutti. Preghiamo

Per la nostra comunità, perché sia più attenta e solidale verso i fratelli più deboli e trovino in ciascuno di noi testimoni autentici dell'amore di Dio. Preghiamo

Per noi ragazzi, che celebriamo l'Eucarestia, perché con l'aiuto e l'amore di Gesù, possiamo essere con gli altri testimoni del suo insegnamento. Preghiamo

 

III Domenica del Tempo Ordinario

ACR Festa della Pace Buonvicino, 22 gennaio 2012

"Convertitevi e credete nel Vangelo":è l'invito che Gesù, questa domenica, rinnova a ciascuno di noi. Gesù ci chiama a vivere come Lui, ad ascoltarlo, a metterci in marcia, ad uscire dalla vita quotidiana, per andargli incontro. E, noi ragazzi dell'ACR, abbiamo risposto all'invito di Gesù e con entusiasmo siamo accorsi da Lui, per vivere tutti insieme la FESTA DELLA PACE, prontia seguirlo, percorrendo le strade della giustizia, della legalità e della libertà che ci portano DIRITTI ALLA PACE.

Alla processione d'ingresso, portiamo alcuni simboli: "uno scarpone, simbolo del viaggio, per seguire passo dopo passo le orme del Signore;" "una borraccia, segno di amicizia e condivisione che rappresenta la possibilità di fermarsi e ristorarsi, lungo il cammino, senza arrendersi, con l'unico scopo di ripartire;" "la Costituzione della Repubblica Italiana che  racconta il senso più profondo della - convivenza dei diritti- e del patto che ci unisce nel nostro vivere insieme."

Noi PUNTIAMO IN ALTO, perchè abbiamo nel cuore l'amore di Gesù, la gioia più grande che c'è!.E vogliamo lasciarla uscire fuori, che tutti facciano festa con noi e vedano come è bello camminare con Gesù.

 

Gesù proteggi e sostieni il nostro Vescovo Monsignor Leonardo e tutti i sacerdoti della Chiesa Diocesana che è in San Marco - Scalea affinché, nell'annunciare e trasmettere il Vangelo,  possano riempiere ogni cuore di rinnovata speranza e carità. Preghiamo.

Nel mondo ci sono tante guerre, i cristiani vengono perseguitati i bambini muoiono per la fame. Signore, illumina i potenti della  terra perché lavorino per la libertà e la pace e siano attenti alle necessità di tutti, soprattutto dei più poveri. Preghiamo.

Gesù, non lasciare che si spenga in noi ragazzi dell'ACR il desiderio  di fare sempre scelte di pace, di incontrare gli altri e di stare con  loro come fratelli per rendere più buono e accogliente, il luogo che ci hai donato per vivere. Preghiamo

Signore, fà che i giovani, in particolare quelli della nostra comunità vivano con fiducia questa stagione della vita, così piena di entusiasmo e,consapevoli delle proprie potenzialità,abbino sempre la pazienza e  la tenacia di ricercare la pace e la giustizia per un futuro migliore e più luminoso per tutti. Preghiamo

Gesù, la tua Parola, che converte e dà senso e pienezza alla vita, alimenti nelle famiglie l'unità e la comunione perché possano essere in ogni ambiente testimoni credibili dell'amore di Dio. Preghiamo

Ti ringraziamo, Signore, per coloro che hai chiamato e che continui a chiamare a seguirti. Invochiamo l'intercessione di San Ciriaco, perché aiuti anche noi a riconoscere, con prontezza e entusiasmo, la Tua voce per costruire, nelle piccole azioni di ogni giorno, la pace e la fraternità nelle nostre parrocchie. Preghiamo

 

Domenica  22 gennaio 2012

Perché la Chiesa viva con docilità la disponibilità ad annunciare il Vangelo di salvezza ad ogni uomo, aprendosi all’accoglienza verso tutti coloro che hanno sete di Dio, nella diversità delle Religioni e delle Confessioni cristiane. Preghiamo

Per i nostri governanti e amministratori, perché con vera passione evangelica colgano la preziosità di orientare la vita della società e delle comunità loro affidate dal Signore, nella solidarietà e nella condivisione verso tutti, rimuovendo ogni egoismo e interesse di parte. Preghiamo

Perché, in una disponibilità vera alla conversione, il cammino di riconciliazione ecumenica tra i fratelli in Cristo, avviato con il Concilio Vaticano II, possa proseguire con sincerità nel rispetto delle diversità e nell’accoglienza dei doni dello Spirito di cui ogni Chiesa è depositaria. Preghiamo

Per i Battezzati, chiamati nel dono dello Spirito a fare della propria vita un segno dell’amore di Dio, perché accolgano con entusiasmo e gioia la chiamata di Gesù a vivere la sua sequela nella dedizione a condividere la vita con i fratelli che ci pone accanto. Preghiamo

Per tutti noi che viviamo con entusiasmo e gioia il messaggio della pace che Gesù ci ha annunciato con la sua venuta in mezzo a noi, perché possiamo testimoniare l’essere parte della comunità cristiana aprendo il nostro cuore al perdono e all’accoglienza della vita. Preghiamo

II Domenica del Tempo Ordinario

Domenica 15 gennaio 2012

Animazione del Gruppo Accoglienza

Oggi la Chiesa celebra la giornata mondiale per i migranti ed i rifugiati; in Italia sono ormai più di 5 milioni gli immigrati da 193 paesi del mondo. Noi bambini troviamo nelle scuole e nei luoghi di aggregazione compagni cinesi, rumeni, bulgari, cechi, marocchini, filippini e ROM. Inizialmente indifferenti o distanti e diffidenti, non riusciamo a stabilire veri rapporti di amicizia; solo attraverso l’accoglienza, incontri, rapporti di conoscenza e relazioni tra noi all’insegna della chiamata di Dio, riusciremo a realizzare una nuova comunità unita nell’Amore. Alla presentazione dei doni verranno portate all’Altare le bandiere di ogni paese straniero da cui giungono i nostri amici per offrire al Signore la nostra amicizia e la nostra unità in quanto viviamo tutti sotto la sua LUCE.

Gesù fa che la Chiesa possa essere accogliente per tutti i migranti ed i rifugiati. Preghiamo

Per i governanti, affinché riescano a sostenere e ad accogliere tutti coloro che per diversi motivi, lasciano la propria terra. Preghiamo

Per noi bambini affinché possiamo crescere con sani valori nell’accoglienza dei nostri fratelli stranieri senza paure e pregiudizi. Preghiamo

Per i nostri educatori, perché con il loro impegno e il loro esempio ci aiutino a comprendere la nostra chiamata e a metterci al servizio della comunità. Preghiamo

Per tutti quei rifugiati perché con le loro storie di fede cariche di sofferenza possano trovare serenità nella nostra comunità. Preghiamo

 

Battesimo del Signore

Domenica 8 Gennaio 2012

Per la Chiesa, perché sempre più animata dall’ardore missionario, non si stanchi di ripetere il lieto annunzio di salvezza e l’invito alla conversione, in particolare per la Chiesa di Khunti in India, per Mons. Estephan suo pastore, per don Benjamin, per il servizio prezioso che ha offerto alla nostra Diocesi, per il suo ritorno in India, perché colmo dei doni dello Spirito sia testimone di santità per una fioritura evangelica dell’India. Preghiamo

Perché nel mondo sociale e culturale ci siano cristiani che, comprendendo il proprio essere segno della Grazia di Dio mediante il dono dello Spirito ricevuto al momento del Battesimo, con la loro luminosa testimonianza di vita contribuiscano vivamente alla comprensione sociale dei valori evangelici. Preghiamo

Per tutti i battezzati e in particolare per il piccolo Saverio che oggi, per mezzo del Battesimo viene inserito in Cristo e riceve il grande dono della fede, perché sostenuto dalla famiglia e dalla testimonianza della comunità cresca in sapienza e grazia per testimoniare una vita d’amore per Dio e per i fratelli. Preghiamo

Per le famiglie cristiane, perché accolgano i figli come dono prezioso del Padre e, con la loro partecipazione attiva e responsabile alla vita della comunità cristiana, sappiano preparare nei loro piccoli la via al Signore Gesù, educandoli alla" vita buona del Vangelo" e testimoniando nel dono di sé la fede nella quale confidano. Preghiamo

Per noi tutti riuniti attorno all’unica Mensa, perché fedeli agli impegni del battesimo e seguendo gli insegnamenti e gli esempi di Gesù, viviamo come Lui è vissuto, da veri figli di Dio ubbidienti ai suoi insegnamenti, umili nei rapporti vicendevoli, capaci di donarci nella vita di carità con coraggio. Preghiamo

 

Epifania del Signore

6 gennaio 2012

Per la Chiesa, perché incoraggiata dall’esempio dei Magi a una sincera disponibilità alla ricerca e al confronto, possa aprire sempre più la mente e il cuore per accogliere ogni anelito spirituale presente nel mondo, e viva con entusiasmo l’educazione delle nuove generazioni alla bontà del messaggio cristiano. Preghiamo

Per i governanti e i potenti di questo mondo, perché uniti nell’impegno sociale e nel dialogo costruttivo con tutti, sappiano leggere nell’impegno politico la volontà di Dio, che li incoraggia a vivere la solidarietà e la condivisione, superando ogni discriminazione e particolarismo. Preghiamo

Per i ricercatori, gli scienziati e gli studiosi, perché guidati dalla luce che illumina l’umanità in Gesù Bambino e animati dalla ricerca sincera della verità e dell’armonia che abita la creazione, sappiano come i Magi dialogare con le altre culture e religioni per trasmettere a tutti il dono della presenza di Dio nell’uomo e nel creato. Preghiamo

Per i non credenti, perché nella loro disponibilità alla solidarietà, possano trovare nella comunità cristiana, persone disponibili a condividere nel dialogo l’anelito dei cuori che cercano l’incontro. Gesù, nato per la salvezza di ogni uomo, possa incoraggiare alla condivisione della comunione e della gioia con tutti. Preghiamo

Per la nostra comunità, perché raccolta attorno alla mensa della Parola e del Pane di Vita nella memoria dei Magi, trovi luce e serenità nell’incontro con Gesù, perché nella testimonianza della fede sappia comunicare, nelle proprie famiglie, la pace e la fraternità che Lui dona. Preghiamo

 

Maria SS. Madre di Dio

Domenica, 1 Gennaio 2012

Per la Chiesa, perché si apra in modo sempre più convinto al mondo dei giovani, riponga in loro fiducia, li incoraggi, li ascolti accogliendo le loro istanze come segno della permanente primavera dello Spirito, si impegni sempre con più energia a indicare loro Cristo Gesù, quale modello d’amore che rende "nuove tutte le cose". Preghiamo

Per i responsabili della cosa pubblica, perché nella loro vita siano vigili ed attenti al bene comune, si comportino coerentemente, in modo da essere modello di vita da offrire ai giovani come testimonianze di attenzione agli ultimi per la costruzione della civiltà dell’amore fraterno, coerente con le esigenze di verità, di libertà e di pace. Preghiamo

Per i genitori e per gli educatori, perché mediante il dialogo e l’ascolto, educhino i giovani "alla vita buona del Vangelo", li aiutino a superare lo scoraggiamento e le difficoltà, ad affrontare il sacrificio, ad essere testimoni coraggiosi dei valori cristiani per costruire, anche nelle piccole azioni di ogni giorno, la pace e la fraternità nella nostra città. Preghiamo

Per i giovani, in particolare per quelli della nostra comunità, perché riscoprano la gioia di essere cristiani, maturino la coscienza dell’importanza della loro presenza e fortificati dalla potenza dello Spirito, seguendo Gesù che Maria abbraccia con affetto materno, vivano nell’attenzione alla giustizia per la costruzione di un mondo migliore. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché dalla famiglia di Nazareth impari a vivere la vita quotidiana nella condivisione. Le nostre famiglie siano il segno della solidarietà, della sobrietà, della semplicità. Ciascun Battezzato, confortato e sostenuto dalla testimonianza dei propri cari, possa crescere nella ricchezza spirituale ed umana che trova alimento nel silenzio e nella preghiera. Preghiamo

 

Natale del Signore

Domenica 25 Dicembre  2011

Per la Chiesa ed in particolare per le parrocchie di Diamante, perché siano porte spalancate all’amore di Dio che irrompe nella storia e crescano nella comunione, nella gratuità, nello zelo della carità reciproca che è paziente, che comprende, che aiuta e consola. Preghiamo

Per i sofferenti che ci vivono accanto, che abitano le case della nostra città, perché nella notte del Mistero e dell’ Amore siano raggiunti dai raggi luminosi della Stella e si aprano ad una speranza nuova, sostenuti ed incoraggiati dalla nostra vicinanza vigile ed affettuosa. Preghiamo

Per tutte le famiglie in particolari situazioni di vita, perché fermandosi alla grotta di Betlemme, incontrino Gesù che tutte le accoglie, tutte le conforta, tutte le sostiene, indicando loro il coraggio e l’esempio della sua famiglia. Preghiamo

Per le mamme della nostra comunità che vivono la gioia dell’attesa di una creatura, perché ad ogni suo palpito nel loro grembo, come Maria, sciolgano l’inno di lode e di ringraziamento al Signore per il grande dono loro concesso. Preghiamo

Per tutti i giovani, perché siano sensibili alle voci dell’animo che gridano l’anelito a cose più alte ed autentiche, e senza farsi coinvolgere dal consumismo, sentano il fascino del Natale come l’evento che ha cambiato il mondo per la venuta di Dio fra noi. Preghiamo

Per i bambini della nostra città, perché aiutati dalle famiglie, dagli educatori, dalla comunità, vivano il Natale cristiano, come qualcosa di divino che entra nel mondo: Dio che per abbracciarci scende, si fa Piccolo, ci attrae a sé e fa festa con noi. Preghiamo

 

IV Domenica d’Avvento

Domenica18 Dicembre 2011

Per la Chiesa, perché sostenuta dalla grazia di Dio e cosciente della forza dello Spirito Santo, nell’affrettare i suoi passi incontro al Signore che viene, sappia riconoscere, in tutto ciò che compie, l’agire di Dio, che ancora oggi fa splendere il suo volto affettuoso su ogni uomo. Preghiamo

Per la nostra assemblea parrocchiale, perché si unisca sempre con gioia al canto che accompagna la liturgia, lasciandosi coinvolgere per lodare e ringraziare con un'unica voce il Signore che sta per venire. Proclamando con esultanza la grandezza del suo nome e del suo amore per noi. Preghiamo

Per noi tutti, perché imitando l’umiltà della Vergine Santa, abbandoniamo la presunzione del fare, che alcune volte si accompagna alla nostra vita, e riconosciamo che nella costruzione della nostra casa spirituale il protagonista è Dio, che viene incontro alla nostra debolezza e rende stabile la nostra fedeltà a Lui. Preghiamo

Per coloro che affermano di non credere e che si preparano a vivere la gioia del Natale valorizzando solo i segni esteriori, perché incontrando nell’amore il fratello, colgano nella loro dedizione alla solidarietà l’intervento di Dio, che comunque è presente nella loro vita e dona loro la pace. Preghiamo

Per la nostra città, perché sostenuta dalla benevolenza della Vergine Immacolata, che da secoli la protegge da ogni male, viva il cammino incontro al Natale di Gesù Bambino, crescendo nella disponibilità alla comunione, indirizzando ogni azione all’accoglienza e alla costruzione di una gioiosa fraternità, sempre attenta ai più bisognosi. Preghiamo

 

III Domenica di Avvento

Domenica 11 Dicembre 2011

Per la Chiesa, chiamata a testimoniare la fede con coraggio, affinché illuminata e sostenuta dallo Spirito Santo, possa essere segno dell’umanità nuova, che cogliendo nella grazia di Dio la forza capace di far nascere nuova speranza, viva nella disponibilità a permeare con la gioia il nostro tempo. Preghiamo

Per tutti gli uomini, perché riconoscendo, nella disponibilità alla conversione, l’azione di Dio nella storia, si aprano all’incontro col suo Figlio nella gioia del Natale e si dispongano, come il Battista, a prepararne la venuta nella disponibilità alla penitenza e al sacrificio. Preghiamo

Per i bambini, specialmente per quelli più esposti alle difficoltà nella vita, perché portando all’altare le immagini di Gesù bambino che metteranno nei presepi, contribuiscano alla serenità familiare, e a generare in ogni famiglia la gioia semplice che scaturisce dalla contemplazione della grotta di Betlemme. Preghiamo

Per i credenti, perché siano voce che grida nel deserto di questo mondo, perché seguendo l’esempio di Maria, che canta le grandi opere che Dio ha realizzato nella storia, incoraggi soprattutto gli indifferenti, a scoprire nella loro vita, la disponibilità ai valori che aprono all’accoglienza del Cristo. Preghiamo

Per la nostra Comunità parrocchiale, che ha celebrato nella semplicità il mistero della creatura nuova nell’Immacolata Concezione di Maria, perché nella preghiera e nell’impegno alla conversione, prepari la via al Signore che viene, nella cura e nella concreta vicinanza agli ammalati, ai sofferenti e alle persone sole. Preghiamo

Immacolata Concezione di Maria

8 Dicembre, 2011

Per la Chiesa, perché sostenuta dall’esempio di Maria, testimoni sempre la sua disponibilità ad essere dimora di Dio, che vuol fare casa con l’uomo con la sua presenza viva e salvatrice nella storia di questa nostra umanità. Preghiamo

Per i Sacerdoti, perché nell’obbedienza della fede, vivano ogni giorno la totale donazione al Signore, ripetendo con Maria il "si" dell’umiltà e dell’amore, fonte di salvezza e di speranza. Preghiamo

Per la nostra Comunità parrocchiale, perché nella Vergine Maria sua Patrona, trovi incoraggiamento e guida nel cammino quotidiano, anche se aspro e difficile, e con Lei alzi lo sguardo verso il Cielo, anelito e meta della vita. Preghiamo

Per gli ammalati, perché la mano materna di Maria renda più lieve il loro soffrire e li incoraggi a far dono della sofferenza come partecipazione alla Croce e alla Resurrezione di suo figlio Gesù. Preghiamo

Per l’Azione Cattolica, che oggi rinnova la sua adesione, perché la Vergine Immacolata la benedica e la sostenga nel suo generoso proposito di servire la Chiesa e la sua missione evangelizzatrice e l’incoraggi nell’impegno formativo per un cammino di santità. Preghiamo

Per quanti oggi adulti, giovani, ragazzi, confermiamo l’adesione all’A.C. perché alla scuola di Maria impariamo a pronunciare il nostro "eccomi"al progetto di Dio che ci chiama a vivere con gioia la vita buona del Vangelo. Preghiamo

Per le famiglie, per le donne, perché sostenute da Maria accolgano e difendano la vita con gioia, anche quando sconvolge piani e progetti, e rendano visibile l’amore del Padre. Preghiamo 

 

I Domenica di Avvento

Domenica 27 Novembre 2011

Gesù, fa’ che la Chiesa e i suoi pastori, in questo tempo di attesa, sappiano accompagnarci e guidarci verso di Te, educando tutti alla comunione, alla fraternità e alla carità. Per questo ti preghiamo

Signore, libera l’umanità di oggi dal vuoto di valori che l’attraversa, affinché possa essere sempre vigile per accogliere con Spirito puro la Tua venuta. Per questo ti preghiamo

Gesù, aiutaci a vivere il cammino di Avvento prestandoti attenzione, raccontandoti la nostra giornata e aspettando il Tuo arrivo come quello del più caro amico. Per questo ti preghiamo

Signore, tu che ci vuoi proprio un gran bene, insegnaci a tenere gli occhi aperti, a fare nostro il grido dei poveri e a portare la gioia a chi è triste, solo e lontano dal tuo amore. Per questo ti preghiamo

Vergine Immacolata, proteggi le nostre famiglie e la nostra parrocchia, perché insieme possiamo percorrere la strada che ci condurrà a Gesù, pregando, ascoltando la Parola, chiedendo perdono e ringraziando. Per questo ti preghiamo

 

Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

Domenica, 20 Novembre 2011

 

Per la Chiesa, perché libera da ogni condizionamento, senza pretese di dominio, sul modello di Cristo serva la società e gli uomini con l’umile ambizione di costruire ogni giorno il regno di Dio. Preghiamo

Per il Santo Padre Benedetto XVI, perché la sua presenza nel Benin sia fonte di nuova crescita e forza spirituale per le Chiese africane ed incoraggiamento e speranza per le tante povertà della gente. Preghiamo

Per gli ammalati e i loro familiari, provati da ogni genere di afflizione e di tribolazione, perché sostenuti dalla nostra preghiera, si ravvivi nel loro cuore la serena certezza che il Signore viene a condividere e consolare ogni umano dolore. Preghiamo

Per chi guida, perché usi equilibrio e prudenza per evitare le molteplici vittime della strada , causa di sofferenze e tragedie familiari. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché viva la pratica effettiva e concreta dell’amore del prossimo, in particolare dei più deboli e bisognosi, costruendo già adesso il giudizio finale. Preghiamo

 

XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 13 Novembre 2011

 

Per i ragazzi che vivono oggi, nella gioia dell’accoglienza, la cerimonia dei " PASSAGGI", affinché ogni loro momento di crescita sia " in sapienza, età e grazia secondo l’esempio di Gesù. Preghiamo

Affinché i giovani sappiano riconoscere i talenti che Tu o Signore hai loro affidato e possano presentarti il frutto di una risposta pronta libera e generosa nel percorrere le Tue vie. Preghiamo

Per la Chiesa, affinché sappia trovare vie sempre nuove per svolgere la sua missione nel mondo, continuando ad essere esempio di umiltà e di carità verso i bisognosi. Preghiamo

Affinché tutte le persone povere, che ogni giorno lottano per la loro sopravvivenza, trovino nelle istituzioni un punto di riferimento capace di accoglierle e aiutarle. Preghiamo

Per noi ragazzi: Antonio, Giulia, Cristina, Aldo e Martina, che oggi passiamo dal gruppo Eucaristia al gruppo Confermazione, perché il Signore ci aiuti a crescere e diventare autentici testimoni di Cristo. Preghiamo

Oggi noi ragazzi del gruppo della Confermazione passiamo al gruppo della Mistagogia, ringraziamo le nostre catechiste che ci hanno guidato in questi anni alla comprensione del significato della fede e chiediamo sostegno al Signore per proseguire il nostro cammino di crescita spirituale. Preghiamo

     

XXXII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 6 Novembre 2011

Per la Chiesa, il Papa, i Vescovi, i Sacerdoti, perché come lampade vive, portino nel mondo la luce della fede e l’annuncio della speranza cristiana del Signore Gesù, che ci ama e ci salva. Preghiamo

Per tutti i credenti, perché spinti dalla sete di Dio siano perseveranti nel cammino di fede, consapevoli che è impegnativo, ma gioioso e richiede la pienezza delle forze e dell’intelletto, nella ricerca della vera sapienza. Preghiamo

Per tutti i Consacrati, perché con la testimonianza della loro vita siano esempio di fedeltà a Dio e di donazione ai fratelli. Preghiamo

Per noi che partecipiamo al Banchetto eucaristico, perché come "le vergini sagge", all’arrivo del Signore possiamo essere riconosciuti e partecipare con Lui al Convito eterno. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché nella preghiera alimenti ogni giorno la vita di fede e, aperta alla speranza in Cristo si doni con serenità e con gioia. Preghiamo

 

XXXI Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 30 Ottobre 2011

 

Per la Chiesa, perché si apra sempre più alla dimensione familiare con stile umano e fraterno e scopra in ogni uomo un fratello da amare e da servire. Preghiamo

Per le famiglie, perché riscoprano il valore della Domenica " giorno del Signore"e offrano parte del loro tempo, delle loro risorse per imparare che la vita non è fatta solo da bisogni da esaudire, ma da relazioni da costruire. Preghiamo

Per l’incontro di Assisi fra i rappresentanti delle diverse religioni, perché il loro dialogo sia occasione di fraternità e di comune intesa in difesa e a sostegno della giustizia e della pace .Preghiamo

Per i responsabili della vita pubblica, perché nella loro azione legislativa prendano a cuore in maniera concreta la situazione dei disoccupati, degli sfruttati e di quanti hanno perso il lavoro. Preghiamo

Per le popolazioni che a causa delle calamità naturali, hanno subito perdite di persone care, di c case, di beni, perché sappiano ritrovare coraggio nella speranza cristiana. Preghiamo

 

XXX Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 23 Ottobre 2011

 

Per la Santa Chiesa, perché vivendo il Vangelo che annuncia, sia nel mondo il segno dell’Amore gratuito e universale del Padre. Preghiamo

Per coloro che operano per la costruzione del regno di Dio in situazione di pericolo, di guerra e di oppressione, perché la loro presenza responsabile sia segno di speranza e incoraggi a guardare a un futuro di pace e di serenità. Preghiamo

Per i dirigenti scolastici e i loro collaboratori, per tutti gli insegnanti, perché nel loro delicato compito di educatori, sappiano essere per le nuove generazioni testimoni coerenti di valori morali e cristiani. Preghiamo

Per i cristiani perseguitati a causa della fede, che partecipano con la vita alla missione della Chiesa, perché siano sostenuti dalla forza dello Spirito Santo nel testimoniare con coraggio la presenza di Cristo nel mondo. Preghiamo

Per il professore Ennio Losardo che sempre sensibile alle manifestazioni religiose, ha saputo testimoniare la fede attraverso l’impegno professionale, vissuto come servizio ai giovani e alla scuola. Preghiamo

 

XXIX Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 16 Ottobre 2011

 

Per la Chiesa, perché guidi gli uomini a rifiutare ogni confusione tra politica e Vangelo, ma anche ad assumere gli impegni politici che derivano dalla missione affidata da Dio all’ uomo nella città terrena dove già sono presenti i segni del Regno. Preghiamo

Per i credenti, perché siano di esempio agli altri nell’adempimento dei doveri sociali,mostrando il valore dell’onestà e il rispetto della libertà di ognuno con la trasparenza del loro comportamento. Preghiamo

Per i cristiani perseguitati nel mondo, in particolare per i cristiani uccisi in Egitto e per quelle terre dove i bambini muoiono di fame e per mancanza di cure, dove i loro diritti vengono negati, perché l’opinione pubblica mondiale esca dall’indifferenza e prenda coscienza di questa grande responsabilità. Preghiamo

Per gli sposi Biagio e Germana, Jonatan e Francesca, perché iniziando il nuovo cammino possano vivere il loro amore in unione a quello trinitario del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e fare della loro casa la "piccola Chiesa" domestica, dove si prega e si dispensa il pane della condivisione e della gioia. Preghiamo

Per la nostra Comunità, perché nel saluto finale "Andate in pace" possa cogliere l’invito ad andare nella vita a "rendere a Dio ciò che è di Dio". Preghiamo

 

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica, 9 ottobre 2011

 

Per il Papa Benedetto XVI, pellegrino nella nostra terra di Calabria, perché con la sua presenza e la sua parola, apra i cuori ad una nuova speranza e infonda nei giovani la certezza cristiana di un futuro più sereno e più giusto. Preghiamo

Per i missionari, per i religiosi, per i sacerdoti, perché attraverso la loro opera, tutto il mondo possa conoscere l’Amore del Padre, la gioia del perdono, l’abbraccio della riconciliazione, la solidarietà dei fratelli. Preghiamo

Per gli sposi, perché vivano il loro amore come partecipazione all’Amore di Cristo per la Chiesa e si sentano suoi collaboratori nella trasmissione della vita ed educatori del dono della fede. Preghiamo

Per le famiglie, perché accolgano il costante incoraggiamento della Chiesa e sentano la responsabilità e la gioia di essere protagoniste di evangelizzazione. Preghiamo

Per tutti gli uomini, perché sentano l’invito di Dio di partecipare al Suo banchetto, fonte di gioia e di salvezza. Preghiamo

 

XXVII Domenica del Tempo Ordinario

Domenica 2 Ottobre 2011

 

Per la Chiesa, perché aiuti con la preghiera e le opere i missionari ad essere profeti nel quotidiano in quelle terre dove si rischia la vita, rispondendo con coraggio alla missione affidata loro dal Padrone della vigna. Preghiamo

Per i cristiani, perché non si lascino scoraggiare dalla violenza dei vignaioli malvagi, ma rinnovino la fede in Gesù che non lascia soli i servi che lavorano per la giustizia e la libertà. Preghiamo

Per i governanti, perché sentano la responsabilità di vivere con coerenza il loro servizio, anche in situazioni di fallimento, alimentando la speranza, testimoniando la giustizia nella ricerca della verità. Preghiamo

Per i piccoli: Roberto, Tommaso, Noemi, Gabriel Pio e Benedetta che con il Battesimo vengono ad arricchire la grande famiglia della Chiesa, perché con l’attenta vicinanza educativa dei genitori e della comunità crescano in grazia e serenità. Preghiamo

Per la nostra Comunità parrocchiale, perché si apra ogni giorno alla disponibilità verso i fratelli e alla solidarietà per gli ammalati ed in particolare per quelli in dialisi, in comunione solidale e gioiosa. Preghiamo

 

Domenica, 18/9/2011

XXVI Domenica del Tempo Ordinario

Per la Santa Chiesa, perché alimentata dalla vita spirituale nella preghiera, sia incoraggiata a conformarsi ai progetti di Dio e non agli interessi e alle aspettative terrene. Preghiamo

Per tutti coloro che soffrono e lottano per un mondo migliore, perché possano continuare a testimoniare la loro fedeltà a Cristo e riaprire i cuori alla speranza. Preghiamo

Per i governanti e i capi delle nazioni, perché ascoltino l’aspirazione all’unità e alla pace dei loro popoli e promuovano la verità e la giustizia, soprattutto nell’attenzione agli ultimi. Preghiamo

Per noi riuniti in questo Banchetto Eucaristico, perché servi nella vigna del Signore, senza presunzione, possiamo adoperarci per il bene dei fratelli e aprire il cuore alle necessità del mondo. Preghiamo

Per i non credenti , perché non si sentano abbandonati da Dio e la Comunità cristiana dia loro attenzione e possibilità di dialogo, affinché possano scoprire il" Dio sconosciuto" senza rinunciare alla loro libertà di pensiero. Preghiamo

    11/09 2011

    XXV Domenica del Tempo Ordinario

    Per la Chiesa, custode della Parola, perché aiuti i cristiani alla coerenza ed alla fedeltà, per vivere nella dimensione del perdono i rapporti fraterni e aprire ogni giorno il cuore al fascino e al desiderio del bene. Preghiamo

    Per coloro che governano, perché superando dissensi e divergenze, mettano al centro del loro servizio la ricerca umile e disinteressata di quanto concorre al bene comune, facendosi carico delle tante crescenti povertà ed emarginazioni. Preghiamo

    Per Gabriele e Giambattista che oggi con il Battesimo entrano a far parte della grande famiglia della Chiesa, perché guidati da mamma e papà, accolti dalla nostra Comunità, educati alla vita buona del Vangelo, crescano nella grazia e nell’amore. Preghiamo

    Per le famiglie, perché trascorrano la domenica come giorno di lode e di ringraziamento a Dio, per la gioia di stare insieme e vivere la festa per rinsaldare l’unità,e il perdono reciproco, per recuperare le relazioni e gli affetti familiari. Preghiamo

    Per la nostra Comunità, perché la partecipazione all’Eucaristia ci renda capaci di camminare alla sequela di Cristo, testimoniando quotidianamente in modo lieto e credibile la grazia e la gioia della misericordia. Preghiamo  

    04-09-2011

XXIV Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa italiana, che ad Ancona celebra il venticinquesimo Congresso Eucaristico: perché diventi grembo fecondo di luce e di misericordia, per quanti hanno fame e sete di Dio e proclami a tutte le genti che l’Eucaristia è segno pieno e perfetto di santità, di condivisione, di eternità, da accogliere con amore e da calare nella quotidianità della vita, preghiamo

Per i nostri pastori: perché mediante il ministero e la santità personale siano educatori e testimoni nella fede, preghiamo

Per la società civile: perché le Verità evangeliche che sono Luce e il Cibo Eucaristico che è Nutrimento, la conducano a percorrere sentieri di giustizia, di pace e di solidarietà, preghiamo

Per le famiglie: perché la Parola di Dio, la preghiera e il Pane Eucaristico alimentino l’unità e la comunione per essere testimoni credibili dell’amore di Dio e strumenti di gioia e di speranza nella comunità, preghiamo

Per tutti noi: perché l’Eucaristia che celebriamo converta la nostra esistenza rendendola conforme a quella di Cristo e possiamo vivere con coraggio e responsabilità l’impegno evangelico dell’Amore, della correzione fraterna e del perdono vicendevole, preghiamo

Per Gennaro e Antonella : perché fondino la loro famiglia sull’amore di Cristo e attingano dal Pane della vita la forza per superare le difficoltà e crescere ogni giorno nella fedeltà, nella comprensione e nel rispetto reciproco, preghiamo

 

21-08-2011

XXIII Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa, perché saldamente legata a Cristo, sia sempre più Comunità di fede, di preghiera e di carità fraterna per rispondere alle sfide della società, preghiamo

Per quanti hanno responsabilità ecclesiali e civili, perché esercitino autorità e obbedienza sull’imitazione di Cristo e vivano il proprio impegno in atteggiamento di dialogo, di servizio e di testimonianza, preghiamo

Per i giovani, perché nell’incontro a Madrid, riscoprano il valore della fraternità e della comunione e, accogliendo l’invito del Papa, siano in questo tempo dominato dal consumismo, nuovo segno di speranza e di verità, preghiamo

Per tutti coloro che vivono situazioni di emarginazione, abbandono, sfruttamento, perché, attraverso la solidarietà dei fratelli, sentano la vicinanza di Gesù e accettino con serenità la sua volontà, preghiamo

Per la nostra Parrocchia, perché illuminata dalla grazia, sostenuta dalla preghiera, sia Comunità che accoglie giorno per giorno il dono della fede e lo accresca nell’incontro personale con Cristo e nella comunione con i fratelli, preghiamo

14-08-2011

XXII Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa, perché nel corrispondere al suo Signore che vuole la salvezza di tutti gli uomini, sappia essere Casa per tutte le genti, capace di accogliere con amore quanti cercano Dio, preghiamo

Per i giovani che, a Madrid nella Giornata Mondiale della Gioventù, stanno per cantare la loro fede e la loro speranza, perché lo Spirito Santo che hai riempito di grazia Maria fino alla gloria celeste, li incoraggi a testimoniare al mondo la gioia di vivere da cristiani, preghiamo

Per coloro che sono lontani dalla vita cristiana e per chi non crede, perché possano avvicinarsi al Signore con la fede e la fiducia che ha avuto la donna cananèa e non si sentano esclusi ma accolti ed amati con generosità e senza riserva, preghiamo

Per le famiglie, perché l’attenzione alla Parola di Dio, la frequentazione della messa domenicale, la condivisione del Pane Eucaristico, le rendano attente ai bisogni degli altri e capaci di aprire il cuore alla carità fraterna, preghiamo

Per la nostra Comunità, perché nell’attenzione alle continue migrazioni, sia sensibile e rifletta su quanto grandi siano ancora le povertà presenti fra noi, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

14-08-2011

XXI Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa, perché nel corrispondere al suo Signore che vuole la salvezza di tutti gli uomini, sappia essere Casa per tutte le genti, capace di accogliere con amore quanti cercano Dio, preghiamo

Per i giovani che, a Madrid nella Giornata Mondiale della Gioventù, stanno per cantare la loro fede e la loro speranza, perché lo Spirito Santo che hai riempito di grazia Maria fino alla gloria celeste, li incoraggi a testimoniare al mondo la gioia di vivere da cristiani, preghiamo

Per coloro che sono lontani dalla vi­ta cristiana e per chi non crede, perché possano avvicinarsi al Signore  con la fede e la fiducia che ha avuto la donna cananèa e non si sentano esclusi ma accolti ed amati con generosità e senza riserva, preghiamo

Per le famiglie, perché l’attenzione alla Parola di Dio, la frequentazione della messa domenicale, la condivisione del Pane Eucaristico, le rendano attente ai bisogni degli altri e capaci di aprire il cuore alla carità fraterna, preghiamo

Per la nostra Comunità, perché nell’attenzione alle continue migrazioni, sia sensibile e rifletta su quanto grandi siano ancora le povertà presenti fra noi, preghiamo

 

ËËËËË

 15-08-2010

Assunzione della Beata Vergine Maria

 

Perché la Chiesa possa essere, nel nostro tempo, segno della presenza del Signore, che sostiene i deboli e innalza gli umili, preghiamo

Perché i giovani riuniti a Madrid per la Giornata Mondiale della Gioventù, guardando a Maria santissima, intendano la loro vita come un dono da spendere per il Signore e per il bene dei fratelli, preghiamo

Perché l’incontro con il Signore susciti anche in noi gesti di comunione,  accoglienza e carità come sono stati vissuti dalla Vergine Maria, preghiamo

Perché coloro che sono alla ricerca di un senso nella vita, guardando al cielo dove è stata assunta la Vergine Immacolata, possano scoprire la salvezza e il significato dell’esistenza come doni di Dio, preghiamo

Perché Maria, Assunta alla gloria del cielo, ci insegni a magnificare il Signore  e sul suo modello sappiamo esercitare le virtù dell’umiltà, della pazienza, dell’amore gratuito e generoso in particolare verso chi è lontano, nella sofferenza e si sente solo e abbandonato, preghiamo

 

ËËËËË

 

12-08-2011

Memoria dell’ Incoronazione della Vergine Immacolata, Patrona di Diamante

La Vergine Incoronata, Madre della Chiesa, Regina e Patrona di Diamante, con la sua amorevole intercessione, protegga questo popolo, affinché, con l’apporto dei credenti e di ogni uomo di buona volontà, possa godere del dono della pace e della prosperità, che nascono dalla conversione del cuore a Cristo e dall'impegno comune a vivere e operare come Lui insegna, preghiamo

Maria, Virgo Unitatis, accompagni il cammino di preparazione alle prossime elezioni amministrative affinché siano vissute nella concordia e nella lealtà, superando inimicizie, divisioni, interessi personali e perché coloro che si candidano non perdano mai di vista il bene comune, il rispetto della dignità umana, con una particolare attenzione a quanti si trovano in situazioni di marginalità e di sfruttamento, preghiamo

Sull’esempio di Maria, che guidò la crescita di Gesù in sapienza, età e grazia, ogni madre, insieme a suo marito, educhi i figli alla Vita Buona del Vangelo, recuperando la gioia dell’accoglienza della vita, il dialogo con altre famiglie e il gusto della preghiera con la propria famiglia, in casa e nella comunità, preghiamo

La Vergine Incoronata sia punto di riferimento e sollievo per gli ammalati, i sofferenti, per gli immigrati, per quanti sono nel dolore e nello smarrimento affinché, imitando la sua disponibilità alla condivisione, possiamo impegnarci e donare loro conforto, speranza e fiducia per affrontare con più serenità le difficoltà della vita, preghiamo

La Madonna Nostra, Madre Eucaristica, sia modello di amore e di concordia per la nostra , affinché sappiamo vestire i panni missionari del pellegrino nel concorrere a costruire a Diamante un clima di comunione, di serenità e di pace e perché rendiamo presente, con la nostra testimonianza, il Risorto, che ci sprona a guardare in modo sempre nuovo alla vita, preghiamo 

ËËËËË

07-08-2011

XIX Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa, chiamata ad affrontare le tempeste della storia: perché nei momenti difficili sappia riporre come Pietro la sua piena fiducia nel Signore, preghiamo.

Per il Papa, per i Pastori e in particolare per mons. Leonardo che oggi fa dono, alla nostra parrocchia, della sua presenza: perché, protetti dall’Immacolata, alla quale affidiamo il loro ministero pastorale, siano guide illuminate e generose per la Chiesa e per tutti i suoi figli, preghiamo

Per gli operatori socio-sanitari, gli operatori ecologici, i vigili urbani, le Forze dell’ordine e per quanti contribuiscono, con il proprio lavoro quotidiano, a dare decoro e dignità alla nostra città e a garantire il benessere dei suoi abitanti, rendendola, in questi mesi estivi, più ospitale e sicura: perché il Signore vegli su di loro e siano sempre sostenuti dalla nostra preghiera, dalla nostra gratitudine e dal nostro rispetto per il servizio che svolgono, preghiamo

Per chi è debole nella fede: perché la carità e il sostegno dei fratelli gli faccia sperimentare la vicinanza di Dio, preghiamo

Per tutti noi che viviamo questo tempo di vacanza: perché ci apriamo alla possibilità di dedicare maggior tempo allo spirito, approfittando degli spazi di silenzio e di riposo per metterci in ascolto di Dio, preghiamo

š .

Per la piccola Carola, che oggi riceve il dono del Battesimo: perché cresca nella gioia e nell’amore di Dio e guidata dall’esempio dei genitori e della Comunità, professi apertamente la fede in tutte le circostanze della vita, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

31-07-2011

XVIII Domenica del Tempo Ordinario

Perché la Chiesa sia sempre vicina a tutte le povertà e a tutte le situazioni di abbandono e di degrado che affliggono l’umanità, offrendo sostegno morale e materiale, preghiamo

Perché, in un mondo sempre più immerso nel relativismo, la forza dello Spirito ci aiuti a rinunciare agli idoli che il nuovo paganesimo ha costruito sotto forma di spreco, di cupidigia, di disprezzo verso il prossimo e ci rafforzi nell’amore e nella comunione fraterna, preghiamo

Perché tutte le classi sociali, ritrovando la fiducia nel bene, costruiscano insieme una società nuova, aperta alla partecipazione e alla solidarietà universale, preghiamo

Perché la povertà dei mezzi a disposizione non scoraggi nessuno ma infonda speranza nel Signore che non abbandona i suoi figli e quanti lo invocano con fede sincera, preghiamo

Perché l’Eucarestia, alla quale partecipiamo, sia mezzo di crescita spirituale e strada per realizzare la pace, l’unità e un’equa distribuzione dei beni, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

24-07-2011

XVII Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa: perché, nella consapevolezza di essere la grande rete gettata nel mare della vita, mostri sempre la perla preziosa del Regno di Dio all’umanità in cerca di salvezza e di punti di riferimento sicuri, preghiamo

Per i nostri parlamentari: perché abbandonino le strade dello scontro e del tornaconto personale, ma si adoperino per il comune interesse facendosi guidare dalla sapienza divina per costruire il bene e l’unità della Nazione, preghiamo

Per i cristiani del terzo millennio: perché risveglino la fede, forse impolverata e stanca e facciano un uso responsabile della rete digitale per aderire con rinnovato entusiasmo a Gesù e diffondere con gioia il Suo messaggio d’amore, preghiamo

Per i giovani, che vivono il disorientamento, la dispersione e la fragilità di questo tempo: perché diano alla vita il giusto valore, scoprendo che solo Cristo è il vero tesoro che porta la felicità, preghiamo

Per tutti noi: perché, nelle fatiche del quotidiano, sappiamo essere vigili e saggi, offrendo i momenti di prova a Dio e lasciando che il Suo Spirito ci fortifichi e ci faccia crescere nella carità vicendevole e nella comunione fraterna, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

17-07-2011

XVI Domenica del Tempo Ordinario

 

Per la Chiesa locale che è in San Marco Argentano – Scalea: perché, quanti si consacrano al Signore nel sacerdozio e nella vita religiosa, annuncino sempre con fedeltà il Vangelo della misericordia e del perdono e siano lievito di comunione e di santità, segno e fermento della fecondità della vita, accolta e vissuta come dono, preghiamo

Per il Seminario diocesano: perché i seminaristi possano realizzare il progetto che Dio Padre ha stabilito e predisposto per ognuno di loro e siano sempre testimoni gioiosi della vocazione ricevuta, preghiamo

Per i ragazzi e i per i giovani: perché, dall’ascolto attento della Parola, sappiano discernere la loro vocazione scoprendo sempre più la bellezza dell’amicizia del Signore Gesù e l’entusiasmo di seguirlo, preghiamo

Per tutti noi: perché ci lasciamo guidare dall’azione trasformante dello Spirito Santo nel costruire rapporti umani non superficiali, privi di ogni forma di invidia, gelosia e inimicizia che allontanano dall’amore fraterno e dalla carità, preghiamo

Per la nostra comunità: perché sappia educare alla vita che per essere piena e felice ha bisogno di crescere, aprendosi ad accogliere con disponibilità la chiamata che il Signore rivolge a ciascuno, preghiamo

Per Mons. Domenico Crusco, sacerdote di Cristo da 50 anni, che ha vissuto e continua a testimoniare la grazia del ministero episcopale nella donazione instancabile, umile e generosa e che è stata guida sapiente e paterna per tanti giovani nella scelta vocazionale al sacerdozio: perché il Signore, per intercessione dell’Immacolata, trasformi in abbondanza di grazie, la riconoscenza devota e affettuosa di noi, suoi figli, preghiamo

 

10-07-2011

XV Domenica del Tempo Ordinario

Perché la Chiesa, riunita nell’unica fede e nello stesso amore, continui a seminare nel mondo il Vangelo e incoraggi gli uomini a testimoniare la verità, la carità e la comunione fraterna, preghiamo

Perché coloro che hanno responsabilità politiche e sociali, si rendano docili alla Parola, non lasciandosi sedurre dal desiderio della ricchezza e lavorando insieme per costruire un futuro di solidarietà, di unità e di pace, preghiamo

Perché la Parola, ascoltata e compresa, sia seme fecondo di salvezza e di consolazione in ogni situazione di sofferenza, di persecuzione e di violenza, preghiamo

Perché gli afflitti, gli abbandonati e i lontani, illuminati dalla Parola di Dio e dal Suo Spirito, possano ritrovare la speranza e la gioia di sentirsi accolti e amati dai fratelli, preghiamo

Perché la nostra comunità parrocchiale, accogliendo e mettendo in pratica la Parola, sia terreno fertile di crescita spirituale per ciascuno di noi e per quanti condividono questo tempo di vacanza, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

XIV Domenica del Tempo Ordinario

 

Domenica,03-07-2011

 

Per la Chiesa, perché sempre umile e accogliente, sia attenta a tutte le povertà spirituali e materiali, annunci con coraggio il Vangelo di Gesù agli uomini, preghiamo

Per i popoli, coinvolti in disordini e guerre, perché sappiano trovare le strade della pace e della solidarietà vicendevole, preghiamo

Per Cristina, che partecipa per la prima volta al Banchetto Eucaristico, sappia testimoniare con gioia ed entusiasmo questo grande dono d’amore,vivendo ogni giorno in modo più vero l’amicizia con Gesù e con gli altri, preghiamo

Per i sofferenti, gli sfiduciati e gli oppressi,perché anche attraverso la preghiera e la testimonianza dei credenti scoprano la bontà e la vicinanza di Dio ad ogni creatura, preghiamo

Per la nostra comunità e gli ospiti estivi, perché sappiano valorizzare il tempo della vacanza facendo di esso anche l’occasione per rinvigorire lo spirito e crescere nella comunione e nelle relazioni fraterne, preghiamo

 

26-06-2011

SS. Corpo e Sangue di Cristo

Per la Santa Chiesa: perché, fortificata dal Pane di vita eterna, cammini lungo le strade del mondo, testimoniando il Vangelo di salvezza, preghiamo

Per i sacerdoti che spezzano il Pane dell’Eucaristia: perché la loro azione pastorale sia sempre conforme al Mistero che celebrano, preghiamo

Per ogni cristiano: perché, comprendendo il prezioso dono di grazia del Congresso Eucaristico Nazionale, cresca nella comunione e nel radicamento all’Eucaristia, nei diversi ambiti della vita quotidiana, preghiamo

Per le famiglie: perché sappiano educare all’amore verso Gesù Eucarestia e riscoprano, nella Messa domenicale, l’incontro festoso con Dio, fonte di gioia e di fraternità, preghiamo

Per la comunità di Diamante: perché, dal Pane disceso dal Cielo, segno e sorgente di unità, possa trarre nutrimento spirituale e sostegno nelle difficoltà, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

19 Giugno 2011

Santissima Trinità

Per la Chiesa: perché, nella sua missione evangelizzatrice, sull’esempio della Santissima Trinità, sia sempre più immagine viva dell’amore di Dio per l’umanità, preghiamo

Per la nostra società: perché ricordi che il benessere è dono dell’amore di Dio e si impegni nell’accoglienza ai poveri per dividere con loro i beni della terra, preghiamo

Per le famiglie: perché trovino nella Santissima Trinità il modello perfetto per essere ogni giorno comunità di amore, di dialogo, di servizio e di condivisione, preghiamo

Per chi è lontano da Dio: perché riconosca in Lui la misericordia e la Parola che danno significato e orientano il proprio cammino verso la vera felicità, preghiamo

Per tutti noi: perché, testimoniamo con una vita santa e gioiosa la nostra appartenenza a Dio, Padre e Figlio e Spirito Santo, scoprendo la forza trasformante del Suo amore, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

Liturgia delle Prime Comunioni

Signore, fa’ che la Chiesa trovi, nella Santissima Trinità, il modello perfetto per essere sempre più famiglia, dove tutti si scoprono amici, si vogliono bene e vivono nella gioia dell’amore e della comunione fraterna,preghiamo

Gesù apri il cuore di ogni uomo all’accoglienza, alla carità e alla pace perché siano superate divisioni e intolleranze e nessuno soffra per la guerra e per la fame , preghiamo

Signore, fa’ che tutti noi, che partecipiamo per la prima volta alla Tua Mensa, sentiamo, sempre vivo, il desiderio di nutrirci di Te e fa’, che insieme alle nostre famiglie, possiamo, con entusiasmo, proseguire questo cammino ed essere testimoni del Vangelo in ogni ambiente, preghiamo

Gesù, rendici pienamente consapevoli del dono che oggi riceviamo e proteggi Don Cono e Don Tonino, che ci hanno aiutato a capire l'importanza di questo momento, affinché, nella loro bontà e pazienza, continuino ad accompagnarci lungo le strade della fede e della vita, preghiamo

Signore ti affidiamo Camilla, Martina, Giulia, Cristian, Aldo e Antonio: possano crescere nel Tuo amore e nella Tua amicizia; il Tuo Spirito Santo completi quanto noi catechisti spesso non sappiamo offrire a questi ragazzi e ci guidi a seguirli sempre e a educarli ai veri valori cristiani e umani, perché siano segno di speranza per il paese e per la parrocchia, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

12 Giugno 2011

Pentecoste dello Spirito  

 

Per la Chiesa, perché rinnovata e rinvigorita dalla perenne effusione dello Spirito Santo, annunci in modo sempre nuovo, con coraggio la verità a tutti gli uomini e infiammi con la testimonianza dell’amore la nostra città di Diamante. Preghiamo

Per i nostri fratelli e le nostre sorelle oppressi da sofferenze e difficoltà, perché ricevano conforto dallo Spirito Consolatore e, grazie alla solidarietà della comunità, aprano il loro cuore alla preghiera e alla speranza. Preghiamo

Per le Aziende e le attività lavorative che rischiano la chiusura, perché i loro Dirigenti, con le Autorità competenti si adoperino nella ricerca di soluzioni condivise per il bene comune soprattutto in favore del personale dipendente e degli ammalati. Preghiamo

Per la nostra Comunità parrocchiale, perché docile all’azione dello Spirito Santo, viva con umiltà la comunione, sia luogo di unità e di dialogo, aperta sempre più all’accoglienza e alla comprensione verso tutti. Preghiamo

Per le famiglie, perché nel difficile dialogo intergenerazionale, trovino nella preghiera la luce e la forza di proporre Cristo e il suo messaggio ai propri figli in modo da educare le nuove generazioni ai grandi valori della vita. Preghiamo

 

Per Francesco e Anna Maria che ringraziano il Signore per i loro 50 anni di vita matrimoniale, perché con la protezione dell’Immacolata, continuino a fare della famiglia il luogo d’incontro dove si vive l’amore e si accetta la volontà di Dio in piena comunione con i figli. Preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

05 Giugno 2011

Ascensione del Signore  

Per la Chiesa: perché, fortificata dallo Spirito, promesso dal Signore, annunci con coerenza il Vangelo e sia luogo di carità e di salvezza per tutti e soprattutto per quanti cercano il senso della propria vita, preghiamo

Per gli operatori della comunicazione sociale: perché lavorino con coscienza e professionalità, a servizio della verità e del bene integrale dell’umanità intera, preghiamo

Per i giovani: perché facciano buon uso della loro presenza nell’arena digitale, utilizzando saggiamente le nuove tecnologie della comunicazione per costruire relazioni autentiche e sostenere i valori umani e cristiani, preghiamo

Per le famiglie: perché sappiano trasmettere alle nuove generazioni il senso della fraternità e dell’amore reciproco, che supera ogni divisione e difficoltà nella vicinanza quotidiana del Signore, preghiamo

Per la Parrocchia: perché, docile all’azione dello Spirito di Dio, diventi sempre più forza di unione, di condivisione, di preghiera e di testimonianza della Parola, preghiamo

Per il piccolo Francesco Pio, che con il Battesimo entra nell’amore trinitario del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: perchè possa iniziare il cammino della vita nuova protetto dai genitori e nell’accoglienza della comunità, preghiamo

 

Per la Chiesa: perché, animata dallo Spirito, sia attenta ai segni dei tempi per riuscire a testimoniare nella santità, in solidarietà con le Comunità cristiane perseguitate, il messaggio di amore che il Maestro le ha affidato, contribuendo alla costruzione di un mondo più attento alla persona e più conforme al Vangelo, preghiamo

Per l’Italia: perché, illuminata e guidata dallo Spirito Santo e per intercessione della Vergine Immacolata, Madre dell’unità, possa percorrere la via della conversione e vivere nella comunione, nella libertà, nella pacifica convivenza e nella ricerca sincera della giustizia, della solidarietà e dell’unità, preghiamo

Per le tutte famiglie: perché illuminati dal Vangelo della vita, riscoprano, giorno per giorno, il valore della vita e il bene dei figli, come dono centrale della vita coniugale e, con gesti di accoglienza e generosità, sappiano accogliere la vita sempre, con una particolare predilezione verso i bambini più abbandonati che subiscono situazioni di violenza, preghiamo

Per coloro che soffrono, per i giovani che cercano il loro posto nella società: perché sostenuti dalla preghiera quotidiana si sentano cercati e amati da Dio e trovino in Lui il coraggio, la serenità e la speranza per affrontare, nella disponibilità all’azione dello Spirito Santo, la ricerca della propria vocazione per corrispondere pienamente al progetto che Dio ha su di loro, preghiamo

Per ciascuno di noi: perché valorizzi i doni ricevuti dal Signore e li metta a servizio della comunità nella fraternità delle relazioni e coinvolgendo, animato da un sincero spirito di comunione, chi si sente lontano, emarginato e chi attraversa particolari momenti di difficoltà spirituali e materiali, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

VI Domenica di Pasqua

29-05-2011

Per la Chiesa: perché, animata dallo Spirito, sia attenta ai segni dei tempi per riuscire a testimoniare nella santità, in solidarietà con le Comunità cristiane perseguitate, il messaggio di amore che il Maestro le ha affidato, contribuendo alla costruzione di un mondo più attento alla persona e più conforme al Vangelo, preghiamo

Per l’Italia: perché, illuminata e guidata dallo Spirito Santo e per intercessione della Vergine Immacolata, Madre dell’unità, possa percorrere la via della conversione e vivere nella comunione, nella libertà, nella pacifica convivenza e nella ricerca sincera della giustizia, della solidarietà e dell’unità, preghiamo

Per le tutte famiglie: perché illuminati dal Vangelo della vita, riscoprano, giorno per giorno, il valore della vita e il bene dei figli, come dono centrale della vita coniugale e, con gesti di accoglienza e generosità, sappiano accogliere la vita sempre, con una particolare predilezione verso i bambini più abbandonati che subiscono situazioni di violenza, preghiamo

Per coloro che soffrono, per i giovani che cercano il loro posto nella società: perché sostenuti dalla preghiera quotidiana si sentano cercati e amati da Dio e trovino in Lui il coraggio, la serenità e la speranza per affrontare, nella disponibilità all’azione dello Spirito Santo, la ricerca della propria vocazione per corrispondere pienamente al progetto che Dio

ha su di loro, preghiamo

Per ciascuno di noi: perché valorizzi i doni ricevuti dal Signore e li metta a servizio della comunità nella fraternità delle relazioni e coinvolgendo, animato da un sincero spirito di comunione, chi si sente lontano, emarginato e chi attraversa particolari momenti di difficoltà spirituali e materiali, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO

PER AFFIDARE IL POPOLO ITALIANO ALLA VERGINE MARIA

"MATER UNITATIS"

 

DIAMANTE GIOVEDI’ 26 MAGGIO 2011

O Dio, vieni a salvarmi.

Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria. Amen. Alleluia.

Fratelli e sorelle, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Chiesa desidera affidare a Maria, che invochiamo con il titolo di Mater Unitatis, tutto il popolo italiano. In comunione con le altre comunità cristiane, celebreremo i misteri della luce. Come afferma lo stesso beato Giovanni Paolo II, «Passando dall'infanzia e dalla vita di Nazareth alla vita pubblica di Gesù, la contemplazione ci porta su quei misteri che si possono chiamare, a titolo speciale, 'misteri della luce'. In realtà, è tutto il mistero di Cristo che è luce. Egli è «la luce del mondo» (Gv 8, 12). Ma questa dimensione emerge particolarmente negli anni della vita pubblica, quando Egli annuncia il vangelo del Regno. Volendo indicare alla comunità cristiana cinque momenti significativi - misteri 'luminosi' - di questa fase della vita di Cristo. Possano i misteri della luce essere guida per la nostra amata Italia, perché seguendo gli insegnamenti di Gesù possa continuare a vivere nella comunion e, nella ricerca sincera della giustizia. A Maria, Vergine Immacolata e Madre dell’unità, che conosce le necessità dei suoi figli, chiediamo di intercedere presso il Figlio suo Gesù, perché questo nostro popolo possa godere di pace e prosperità.

Preghiamo.

O Dio onnipotente ed eterno, che hai costituito Maria Madre del tuo diletto Figlio, concedi al popolo italiano, che confida nella sua materna protezione,

di godere sempre i doni dell’unità e della pace.

Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te,

nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

Nel primo mistero della luce contempliamo Gesù che viene battezzato nel fiume Giordano

Ascoltate la parola del Signore dal Vangelo secondo Giovanni

Giovanni Battista, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l'agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: "Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me". Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell'acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell'acqua mi disse: "Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo". E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». (Gv 1,29-34).

Canto Ave Maria, un bambino accende dal cero pasquale una candela e la pone davanti all’icona della Vergine.

Padre, Ave, Gloria. Che nel Battesimo, con il dono dello Spirito Santo, ci ha reso parte di un’unica comunità di fratelli

Santa Maria prega per noi

Santa Madre di Dio prega per noi

Figlia prediletta del Padre prega per noi

Stirpe di Abramo prega per noi

Erede della promessa prega per noi

Germoglio di Iesse prega per noi

Pienezza di Israele prega per noi

Mater unitatis prega per noi

Preghiamo. O Padre, che in Cristo, agnello pasquale e luce delle genti, chiami tutti gli uomini a formare il popolo della nuova alleanza, conferma in noi la grazia del battesimo con la forza del tuo Spirito, perché tutta la nostra vita proclami il lieto annuncio del Vangelo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

Nel secondo mistero della luce contempliamo Gesù che a Cana dà inizio ai segni del Regno di Dio

Ascoltate la parola del Signore dal Vangelo secondo Giovanni

Il terzo giorno vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela». Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono. Come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto - il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l'acqua - chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all'inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora». Questo, a Cana di Galilea, fu l'inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui. (Gv 2,1-11)

Canto Ave Maria, una coppia di fidanzati accende dal cero pasquale una candela e la pone all’icona della Vergine.

Padre, Ave, Gloria. Che con la Sua presenza e la protezione della Vergine Santa dona alle nostre famiglie la gioia di essere Chiesa domestica

Santa Maria prega per noi

Santa Madre di Dio prega per noi

Avvocata nostra prega per noi

Mediatrice di grazia prega per noi

Donna della nuova alleanza prega per noi

Sorella dell’umanità prega per noi

Immagine della Chiesa prega per noi

Tu, che hai allietato la mensa di Cana prega per noi

Mater unitatis prega per noi

Preghiamo. O Padre, che nella tua provvidenza hai voluto associare la Vergine Maria al mistero della nostra salvezza, fa’ che, accogliendo l’invito della Madre, mettiamo in pratica ciò che il Cristo ci ha insegnato nel Vangelo. Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

 

Nel terzo mistero della luce contempliamo Gesù che annuncia l’avvento del Regno e invita alla conversione

Ascoltate la parola del Signore dal Vangelo secondo Luca (Lc 4,16-21)

Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:

Lo Spirito del Signore è sopra di me;per questo mi ha consacrato con l'unzione e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista;

a rimettere in libertà gli oppressi, a proclamare l'anno di grazia del Signore.

Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all'inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

 

Canto Ave Maria, una consacrata accende dal cero pasquale una candela e la pone davanti all’icona della Vergine.

Padre, Ave, Gloria. Che nell’annuncio e nella testimonianza del Regno ci chiami alla conversione per una vita più solidale

Santa Maria prega per noi

Santa Madre di Dio prega per noi

Discepola di Cristo prega per noi

Testimone del Vangelo prega per noi

Beata perché hai creduto prega per noi

Beata perché hai custodito la Parola prega per noi

Beata perché hai fatto la volontà del Padre prega per noi

Mater unitatis prega per noi

Preghiamo. O Padre, tu che hai mandato il Cristo tuo Figlio ad annunciare ai poveri il lieto messaggio del tuo Regno, fa’ che la sua parola di conversione, che oggi risuona nella Chiesa, ci renda strumento di liberazione e di salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

Nel quarto mistero della luce contempliamo Gesù che nella trasfigurazione rivela il mistero della sua passione e della sua glorificazione

Ascoltate la parola del Signore dal Vangelo secondo Marco (Mc 9,2-9)

Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro. Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti.

Canto Ave Maria, un amministratore accende dal cero pasquale una candela e la pone davanti all’icona della Vergine.

Padre, Ave, Gloria. Che ci incoraggia a guardare con fiducia alle difficoltà del mondo illuminate dall’amore del Padre

Santa Maria prega per noi

Santa Madre di Dio prega per noi

Donna fedele nell’attesa prega per noi

Donna fedele nella sequela prega per noi

Donna fedele presso la Croce prega per noi

Segno di consolazione prega per noi

Segno di sicura speranza prega per noi

Mater unitatis prega per noi

Preghiamo. O Dio, Padre buono, che non hai risparmiato il tuo Figlio unigenito, ma lo hai dato per noi peccatori; rafforzaci nell’obbedienza della fede, perché seguiamo in tutto le sue orme e siamo con lui trasfigurati nella luce della tua gloria. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

Nel quinto mistero della luce contempliamo Gesù che, nell’ultima Cena, ci rivela l’amore del Padre

Ascoltate la parola del Signore dal Vangelo secondo Luca (Lc 22,14-20)

Quando venne l'ora, prese posto a tavola e gli apostoli con lui, e disse loro: «Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, perché io vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio». E, ricevuto un calice, rese grazie e disse: «Prendetelo e fatelo passare tra voi, perché io vi dico: da questo momento non berrò più del frutto della vite, finché non verrà il regno di Dio». Poi prese il pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo è il mio corpo, che è dato per voi; fate questo in memoria di me». E, dopo aver cenato, fece lo stesso con il calice dicendo: «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che è versato per voi».

Canto Ave Maria, un presbitero accende dal cero pasquale una candela e la pone davanti all’icona della Vergine.

Padre, Ave, Gloria. Che nutrendoci alla mensa dell’amore sostiene il nostro cammino di vera comunione con tutti

Santa Maria prega per noi

Madre di Dio prega per noi

Piena di grazia prega per noi

Fonte di bellezza prega per noi

Tesoro di virtù e sapienza prega per noi

Frutto primo della redenzione prega per noi

Donna della nuova alleanza prega per noi

Mater unitatis prega per noi

Preghiamo. O Dio, tuo Figlio, prima di consegnarsi alla morte, affidò alla sua Chiesa il nuovo ed eterno sacrificio, convito nuziale del suo amore; accresci in noi la fede, la speranza, la carità. Per Cristo nostro Signore. Amen.

SALVE, REGINA

ATTO DI AFFIDAMENTO A MARIA

O Maria, Madre Tuttasanta,

che hai dato alla luce il Re dell'eterna gloria

e, dopo averlo seguito fedelmente fino al Calvario,

hai atteso intrepida la sua risurrezione,

rivolgi il tuo sguardo alla nostra amata Italia,

che porta in sé la grande eredità

dei santi Apostoli, dei Martiri,

dei Pastori, delle beate Vergini

e di tanti generosi discepoli del tuo Figlio.

A te, o Maria, affidiamo la nostra Nazione,

che ti riconosce e ti invoca come Madre.

R/. Maria, piena di grazia, interceda per noi.

Guarda con benevolenza il popolo italiano:

a te sono noti i suoi peccati e le sue virtù,

le sue ricchezze e le sue miserie,

le sue debolezze e i suoi gesti di bontà.

Veglia sulle case e sulle famiglie,

sui quartieri e sulle comunità,

sulle scuole e gli ospedali,

le industrie, gli uffici, i cantieri

e tutte le molteplici espressioni

dell’operosità quotidiana.

Assisti i giovani, i disoccupati, i poveri, gli emarginati,

che cercano uno spazio di vita e un soffio di speranza.

R/. Maria, piena di grazia, interceda per noi.

Fa' che non si estingua nelle nuove generazioni

la fede trasmessa dai Padri;

resti vivo e coerente

il senso dell'onestà e della generosità,

la concordia operosa,

l'attenzione ai piccoli, agli anziani e agli ammalati,

la premurosa apertura verso tutta l'umanità,

che in ogni parte del mondo soffre e lotta,

e spera verso un avvenire di giustizia e di pace.

R/. Maria, piena di grazia, interceda per noi.

Intercedi per noi, o Vergine Maria, Madre dell’unità,

insieme ai santi Patroni d’Italia: Francesco d’Assisi e Caterina da Siena,

i santi della nostra Chiesa particolare: Dominata, Senatore, Cassiodoro e Viatore, Ciriaco da Buonvicino e Daniele da Belvedere

e tutti i testimoni del Vangelo, i cui nomi sono nel libro della vita.

R/. Maria, piena di grazia, interceda per noi.

Risplenda sempre il volto del Padre

sulla nostra Nazione, sulle nostre città, sui nostri paesi;

la tua materna protezione, o Maria,

ci accompagni ogni giorno, nel cammino del tempo,

verso l'incontro finale con Cristo, nella Patria futura.

Egli, risorto dai morti e asceso al cielo, nostro avvocato e mediatore,

vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

Mentre si tributa un omaggio floreale alla Vergine Maria, e il Presbitero ne incensa l’icona, si canta il Regina caeli.

Benedizione solenne

Dio, Padre misericordioso,

per l’immenso amore verso la Madre del suo Figlio,

vi doni la salute dell’anima e del corpo. Amen.

Gesù Cristo,

frutto del grembo verginale di Maria, vi conceda ogni virtù e dono

per rendervi più graditi al suo cuore. Amen.

Lo Spirito Santo

vi doni la dolcezza della pace

e al nostro popolo italiano unità e concordia. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,

Padre + e Figlio e Spirito Santo,

discenda su di voi e con voi rimanga sempre. Amen.

22-05-2011

V Domenica di Pasqua

Per il Papa Benedetto XVI : perché, in tempi difficili di smarrimento e di sfiducia, guidi gli uomini alla ricerca della verità, percorrendo la via dell’amore, dell’ascolto della Parola e della preghiera, preghiamo

Per i Diaconi: perché vivano il loro carisma nella consapevolezza che la vita della comunità non può essere fondata sulla grandezza, sulla potenza, ma sul servizio, preghiamo

Per i governanti: perché illuminati dallo Spirito, contribuiscano alla costruzione della società, nella diversità delle loro funzioni, nel rispetto della persona e nell’osservanza della giustizia, preghiamo

Per ciascuno di noi: perché senta la responsabilità di essere servo dell’annuncio del Vangelo, valorizzando con umiltà i propri carismi e quelli di quanti si adoperano per la costruzione del Regno, preghiamo

Per la nostra Comunità: perché sappia testimoniare quotidianamente la carità fraterna, mostrandosi aperta e disponibile a sostenere chi è debole, scoraggiato e bisognoso di aiuto, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

15-05-2011

IV Domenica di Pasqua

Per la Chiesa: perché educhi gli uomini a riconoscere in Gesù la porta sicura che apre alla vera felicità, alla santità di vita e alla conversione del cuore, il Buon Pastore da seguire e ascoltare, con fede, obbedienza e amore, preghiamo

Per la Città di Diamante: perché la Vergine Addolorata possa dare serenità e fiducia, incoraggiando alla confidenza verso il Padre e a vivere la disponibilità alla pace e alla comunione, nel rispetto di ogni persona, preghiamo

Per gli operatori marittimi e i pescatori: perché l’Addolorata vegli su di loro, li aiuti e li sostenga nella difesa del mare, risorsa del loro lavoro e gioia di quanti ne godono per il riposo fisico e spirituale, preghiamo

Per i giovani: perché accolgano senza riserva, il grande dono della vocazione sacerdotale e religiosa e lo vivano con generosità, entusiasmo e fedeltà, preghiamo

Per tutti noi: perché, animati dallo Spirito Santo, impariamo a esercitare la pazienza nel sopportare ogni forma di offesa e di ingiustizia e sappiamo mettere le nostre particolari vocazioni e i nostri carismi a servizio del bene comune e della parrocchia, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

Domenica 08/05/2011

Perché la Chiesa, confortata dalla presenza del Risorto e illuminata  dallo Spirito Santo, sappia annunciare e testimoniare la gioia di vivere l'amicizia  di Gesù, in  particolare con  coloro che sono accompagnati  dal dubbio  nella loro ricerca della fede e verso dove  orientare il senso della vita. Preghiamo

Perché ogni cristiano,  sull’ esempio dei discepoli di Emmaus, riconosca il Cristo risorto nel pane spezzato e sappia condividere il dono della Mensa Eucaristica con i fratelli e le sorelle che il Signore ci pone accanto per lodare e ringraziare il Signore per il dono della speranza eterna. Preghiamo

Per la comunità cristiana della nostra città, perché viva nella condivisione della  preghiera l’impegno quotidiano dell’adesione a Cristo Risorto,  e, animata da un sincero spirito di pace, lo testimoni nell'accoglienza degli immigrati, nell'attenzione verso gli ammalati e le persone più emarginate. Preghiamo

Per tutte le mamme, perché in questo tempo di Pasqua accompagnate e sostenute dalla Vergine Santa,  modello e guida di santità familiare,  si sentano incoraggiate  nel loro magnifico, quotidiano e delicato  compito di trasmettere l'armonia nelle proprie case, l'accoglienza della vita e la educazione dei figli. Preghiamo.

Per la formazione e la  crescita integrale dei giovani, perché l’Università Cattolica, illuminata dalla fede nel Signore risorto, viva il servizio  educativo  verso le nuove generazioni nella ricerca sincera della verità, incoraggiandoli alla  comprensione e alla coraggiosa trasmissione del messaggio cristiano  nel mondo contemporaneo. Preghiamo.

 

Ë Ë Ë Ë Ë

Domenica 01/05/201

Per la Chiesa, perché annunci agli uomini che la divina Misericordia opera i prodigi del suo amore , concede i suoi beni attraverso i sacramenti fonte di comunione e di salvezza. Preghiamo

Per i giovani, perché per intercessione di Giovanni Paolo II, oggi beatificato, aprano il loro cuore al Risorto e siano disponibili con impegno coerente e generoso ad esserne testimoni nelle realtà in cui vivono. Preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità governative, civili e religiose, perché riascoltando l’invito del beato Giovanni Paolo II Si adoperino per la ricostruzione di rapporti di riconciliazione e di pace nel rispetto dei popoli delle persone. Preghiamo

Per chi vive l’esperienza della Croce, per i perseguitati, per le popolazioni dell’Oriente e dell’Occidente provate dalla guerra, perché la Divina Misericordia conceda loro sollievo e speranza nell’alleluia pasquale. Preghiamo

Per tutti noi, perché come la prima comunità degli apostoli, condividiamo la Parola, l’Eucaristia la preghiera, per realizzare una vera fraternità e comunanza di beni spirituali e materiali . Preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

Siate sorgente di vita, siate la Resurrezione

La Pasqua vi porti una nuova forza,

una nuova spinta al bene.

Se anche avete fatto degli sbagli,

avete fatto delle cose che non sono andate bene,

rimettetevi nella Pasqua.

Risorgete alla nuova vita.

Che non passi la Pasqua come una festa qualunque,

che invece è una festa grande.

Cristo ha detto: io sono la vita, io sono la resurrezione.

Così ognuno di voi sia di quelli

che sentono questo spirito:

io voglio essere la resurrezione,

chi avvicina me, anche se l'hanno mortificato,

anche se soffre, risorgerà,

avrà da me la vita, avrà da me il ristoro,

avrà da me la gioia.

Possiamo dire anche noi

nel giorno della resurrezione di Pasqua:

io sono la resurrezione.

Io sono tua mamma, sono la tua resurrezione,

io sono tuo figlio, mamma,

e io per te sono la tua resurrezione,

ti porto il mio amore di figlio.

Sono tuo fratello, sono la tua resurrezione,

ti porto la gioia del fratello.

Io sono tuo padre e quindi sono la tua resurrezione

perché ti porto la vita, ti do la gioia della vita.

ciascuno sia la resurrezione dell'altro.

Questa è la Pasqua del Signore.

(Don Zeno 1951)

 

 Ë Ë Ë Ë Ë

 

Domenica di Pasqua 24/04/2011

Per la Chiesa, che celebra la Risurrezione del Signore in ogni parte del mondo: perché sia lasciata libera di professare, di vivere e di annunciare la sua fede, dono universale di salvezza, Preghiamo.

Per il Papa, i vescovi, i presbiteri, i diaconi: perché come gli Apostoli siano evangelizzatori schietti e coraggiosi, che diffondono nel mondo la Buona Notizia dell’amore di Dio per l’uomo. Preghiamo

Per tutti i cristiani, perché con il loro coraggio per la liberazione dell’uomo, siano testimoni che Cristo risorto è la speranza di un mondo nuovo. Preghiamo

Per quanti sono perseguitati a causa della fede in Cristo: perché trovino in essa la forza di perdonare e di offrire le proprie sofferenze per la santificazione della Chiesa e del mondo intero. Preghiamo

Per noi qui riuniti e per le nostre famiglie: perché la celebrazione della Pasqua del Signore non sia una semplice tradizione ma segni l’inizio di una vita nuova, fondata sulla certezza della Risurrezione, Preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

Sabato Santo 23/04/2011

Per la Chiesa, che celebra la Risurrezione del Signore in ogni parte del mondo: perché sia lasciata libera di professare, di vivere e di annunciare la sua fede, dono universale di salvezza, preghiamo.

Per il Papa, i vescovi, i presbiteri, i diaconi: perché come gli Apostoli siano evangelizzatori schietti e coraggiosi, che diffondono nel mondo la Buona Notizia dell’amore di Dio per l’uomo, preghiamo

Per Mariangela che in questa veglia ha ricevuto il sigillo dello Spirito Santo: perché, radicata nella fede, sappia fondare la propria vita e le scelte di ogni giorno sull'amore di Gesù e sulla roccia della sua Parola, preghiamo

Per quanti sono perseguitati a causa della fede in Cristo: perché trovino in essa la forza di perdonare e di offrire le proprie sofferenze per la santificazione della Chiesa e del mondo intero, preghiamo

Per noi qui riuniti e per le nostre famiglie: perché la celebrazione della Pasqua del Signore non sia una semplice tradizione ma segni l’inizio di una vita nuova, fondata sulla certezza della Risurrezione, preghiamo.

Ë Ë Ë Ë Ë

Giovedì Santo  21/04/2011

 

1) Per la Chiesa, perché nel Mirabile Sacramento del Corpo e del Sangue di Cristo, trovi sostegno nelle prove per essere testimone di unità, irradiazione di luce evangelica, fonte di carità. PREGHIAMO

2) Per il Papa Benedetto XVI, per il nostro Vescovo Leonardo, per don Cono, don Tonino e per tutti i pastori della Chiesa, perché vivano il sacerdozio nella totale donazione a Dio e ai fratelli.  PREGHIAMO

3) Per tanti giovani alla ricerca della scelta vocazionale, perché il Signore conceda loro il prezioso dono del Sacerdozio Ministeriale. PREGHIAMO

4) Per coloro che amministrano la cosa pubblica: perché, sull’esempio di Gesù, Maestro e Signore, che lava i piedi ai suoi discepoli, si impegnino ad un servizio attento verso i più deboli ed i più poveri, facendo fronte a quanti vivono il disagio della crisi economica. PREGHIAMO

5) Per tutti noi, che riuniti attorno alla Mensa eucaristica, condividiamo il pane offerto e moltiplicato per la fame di tutti, perché sappiamo far parte dei valori e dei beni di questo mondo a quanti hanno fame e sete di giustizia. PREGHIAMO

Ë Ë Ë Ë Ë

17-04-2011

Domenica delle Palme

Per la Chiesa: perché, celebrando la passione e la morte del Signore, proclami la fede nell’amore e nella misericordia di Dio, che ha dato il suo Figlio unigenito per la salvezza di tutti gli uomini, preghiamo

Per i volontari in missione di pace, sequestrati, torturati e uccisi: perché la coraggiosa testimonianza del loro impegno umanitario, anche a sacrificio della vita, possa sollecitare la ricerca di soluzioni di pace e di giustizia, preghiamo

Per i giovani della Diocesi di San Marco-Scalea che oggi, a Fagnano Castello, incontrano il Vescovo e per tutti i giovani che, nelle diverse Diocesi di appartenenza, celebrano la XXVI Giornata della Gioventù e si preparano all’incontro mondiale di Madrid: perché, "radicati e fondati in Cristo, siano sempre più saldi nella fede", preghiamo

Per i giovani di Diamante: perché scoprano il senso e la gioia della vita, che nasce dall’incontro con Cristo, facendo esperienza del suo amore infinito nella Parola, nei Sacramenti e nella disponibilità verso gli altri, preghiamo

Per la comunità cristiana: perché sappia vivere fino in fondo la Settimana Santa come momento di conversione, di comunione e di riconciliazione con Dio e con i fratelli, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

10-04-2011

V Domenica di Quaresima

Per la Chiesa: perché, sostenuta dallo Spirito, guidi gli uomini impegnati nello sforzo di migliorare e prolungare l’esistenza umana, alla ricerca di Cristo, acqua per la nostra fede, luce per le nostre tenebre, risurrezione per la nostra vita, preghiamo

Per il nostro Vescovo, Monsignor Leonardo: perché, nel suo ministero nella Chiesa che è in San Marco-Scalea, animi e trasmetta la fede nel Risorto, come maestro, sacerdote e pastore e senta la vicinanza, la collaborazione, l’affetto dei presbiteri, delle istituzioni, delle associazioni e dei laici, preghiamo

Per le popolazioni della Libia, della Costa d’Avorio, per i paesi in guerra e per i migranti che sbarcano sulle nostre coste: perché sia privilegiata la via del dialogo e della riconciliazione nella ricerca di una convivenza giusta, fraterna, dignitosa e rispettosa della libertà e dei diritti umani, che eviti morti innocenti e continui spargimenti di sangue, preghiamo

Per i Congressi Eucaristici, che si stanno celebrando in questi giorni nelle Vicarie di San Marco, Scalea e Belvedere: perché ci incoraggino a mettere sempre al centro della nostra vita la novità dell’amore di Gesù e la Sua Presenza, nell’Eucaristia celebrata e adorata, diventi per noi santità quotidiana, attenzione premurosa e partecipazione affettuosa alla vita e alla crescita della comunità cristiana, preghiamo

Per tutti noi qui riuniti: perché quest’ultima tappa del cammino quaresimale sia un’occasione propizia per ravvivare la fede ricevuta nel Battesimo, per intensificare la preghiera e per testimoniare concretamente la carità, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

03-04-2011

IV Domenica di Quaresima

Padre, Tu che sei il Signore, accetta queste preghiere a favore di Sua Santità Benedetto XVI, della Chiesa Cattolica che vive nel mondo, della cristianità intera che è in cammino verso la Santa Pasqua, preghiamo

Signore, Tu che sei il creatore dell’universo intero, fa’ che il nostro nuovo pastore, Mons. Leonardo Bonanno, con la forza del Tuo Spirito annunzi con fedeltà e perseveranza il Vangelo, e, continuando la missione del Cristo, riunisca nel servizio e nella carità il gregge affidatogli a gloria di Dio e per la santificazione del suo popolo, preghiamo

Padre Santo, Tu che nel Tuo Unigenito Figlio, sei sceso in mezzo a noi, per portare la Pace, fa’ che il fuoco del male che percorre la terra, venga spento dall’acqua viva che sgorga dal costato del Cristo Gesù, preghiamo

Signore Dio, Tu che accompagni il gregge che Ti sei scelto tra i giovani del mondo, fa’ che nel deserto di questa società, scelgano la via dritta che conduce allo splendore della Luce che illumina la Tua Chiesa benedetta, preghiamo

Padre Santo, Re del Cielo e della Terra, Santissimo Dio, proteggi e dona alla comunità di questa Diamante la gioia di proclamare a chi non crede la verità della Tua Parola che è frutto dell’accoglienza che Tu dai a chi ha bisogno di Te, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

27-03-2011

III Domenica di Quaresima

Per la Chiesa: perché, contemplando il mistero di Cristo sulla Croce, dal cui fianco squarciato  uscivano sangue ed acqua,  possa incoraggiare l’uomo di oggi a dissetarsi  a questa sorgente della Grazia e vivere testimoniando la carità, la comunione e l’amore reciproco, preghiamo

Per Monsignor Leonardo, consacrato Vescovo: perché, illuminato dallo Spirito Santo e protetto dall’Immacolata, inizi il suo ministero sulla via della santità e sia abbondanza di grazia per la Chiesa che è in San Marco-Scalea e per il gregge a lui affidato, preghiamo

Per gli amministratori e i politici: perché, tenendo lo sguardo fisso su Gesù, siano guidati dalla sete di giustizia e di verità ad essere vicini e a ritrovare la vera gioia agli ultimi, agli indifesi, ai poveri e agli emarginati, preghiamo

Per i popoli oppressi dalla guerra, dalla fame e dalle catastrofi naturali: perché guardando a Gesù, fonte di acqua viva, possano trovare fiducia, speranza e conforto, grazie alla testimonianza solidale della comunità cristiana, preghiamo

Per i genitori e gli educatori: perché, sostenuti dalla testimonianza dei nostri padri che ci hanno aperto alla fede e illuminati dallo Spirito Santo, aiutino i ragazzi e i giovani a superare ogni timore reverenziale e a mettere al centro della propria vita Gesù, la Sua Parola e il suo esempio,  preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

20-03-2011

II Domenica di Quaresima

Santa Messa animata dal gruppo Eucaristia - Monizione e preghiere

Oggi Gesù ci invita a salire sul Tabor. E con gli occhi della mente e del cuore, possiamo andare anche noi sul monte, insieme a Pietro, Giacomo e Giovanni, per rivivere l’attimo meraviglioso della Trasfigurazione. Lo facciamo in punta di piedi, sottovoce, perché sta avvenendo qualcosa di straordinario.

Gesù si trasfigura, cioè cambia aspetto e diventa bellissimo: il suo volto brilla come il sole e le sue vesti diventano candide come la luce. E ciò che trasforma Gesù è proprio la sua capacità di amare, la sua decisione di dare la sua vita per me, per te, per ciascuno di noi, affinché possiamo trovare la gioia. 

Scendiamo a valle con Gesù, cioè ritorniamo nella realtà di tutti i giorni e, con la gioia di aver visto, sul Suo Volto radioso, l’amore che lo trasfigura, cerchiamo anche noi di trasfigurarci.

Ma, come facciamo a trasfigurarci?

Ogni volta che amiamo come ci ha insegnato ad amare Gesù, ogni volta che imitiamo il Suo amore e il Suo bene verso tutti, ogni volta che ascoltiamo la Sua Parola e seguiamo i suoi insegnamenti, anche noi ci trasfiguriamo! E per far trasparire l’amore di Gesù, per essere raggianti e luminosi come Lui, è importante che sul nostro volto ci sia un bel sorriso.

Chi ha nel cuore l’amore di Gesù, ha nel cuore la gioia più grande che c’è! E vogliamo lasciarla uscire fuori, che tutti la vedano e gioiscano con noi perché è davvero bello stare con Gesù

 

Per la Chiesa: perché annunci, con gioia e gratitudine, a tutti gli uomini il suo messaggio di fede e di speranza, preghiamo

Per i governanti: perché svolgano il loro compito,con spirito di servizio, per il bene di tutti e, in questo particolare momento, aiutino concretamente il Giappone, colpito dal terremoto e dal pericolo delle radiazioni nucleari, preghiamo

Per noi ragazzi : perché riusciamo a mantenere gli impegni presi in questa Quaresima e a trovare più tempo per la carità, per pregare e leggere la Bibbia, insieme, in famiglia e con i nostri coetanei, preghiamo

Per i giovani: perché il volto luminoso di Gesù li guidi sempre a compiere scelte coraggiose per essere, in ogni ambiente, testimoni del Suo amore, preghiamo

Per la nostra comunità parrocchiale: perché si renda disponibile ad ascoltare la Voce di Dio e sia generosa e accogliente verso i fratelli in difficoltà, preghiamo

 

Per la Chiesa che vive nel tempo: perché, fedele alla chiamata di Dio, sia popolo sempre in marcia sulla via che porta alla trasfigurazione e guidi gli uomini nel cammino verso il monte, preghiamo

Per le organizzazioni responsabili dei diritti delle nazioni: perché, nel rispetto dei principi etici e religiosi, prendano giuste decisioni in difesa del popolo libico, per fermare ogni forma di potere che causa stragi, morte e schiavitù, preghiamo

Per le popolazioni del Giappone, colpite da calamità naturali e minacciate dalle radiazioni nucleari: perché, nella difficile prova, siano sostenute dalla fede e dalla concreta solidarietà e vicinanza della Chiesa e delle associazioni di volontariato, preghiamo

Per noi riuniti intorno alla Mensa Eucaristica: perché, percorrendo la strada tracciata dal Signore, anche se piena di difficoltà e di insuccessi, ci sia    dato di incontrarlo personalmente e di rispondergli con la fede di Abramo, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

13-03-2011

I Domenica di Quaresima

Perché la Chiesa Locale che è in San Marco-Scalea, il suo pastore eletto Mons. Leonardo e in particolare per i Diaconi Davide, Francesco, Mario e Pantaleo che venerdì riceveranno l’ordinazione presbiterale, corrispondano sempre con fedeltà e amore alla loro missione di evangelizzazione e siano sostenuti dalla grazia di Dio e dalla nostra continua preghiera, preghiamo

Perché la città di Diamante sia disponibile alla conversione e colga nella Quaresima l'occasione per impegnarsi a incontrare il Signore, dandogli più tempo e più spazio e rendendolo presente nella quotidianità del vivere, preghiamo

Perché, specialmente in questo tempo quaresimale, riscopriamo la domenica come un giorno diverso dagli altri, come il giorno del Signore, il giorno della riconciliazione, della condivisione e dell'amicizia aperta a tutti i fratelli, preghiamo

Perché, in ognuno di questi quaranta giorni, sappiamo resistere alle tentazioni del potere, dell’avere e del piacere, digiunando dalle cose materiali e dedicandoci al silenzio, alla penitenza, alla preghiera, e alla meditazione della Parola, per capire ciò che realmente Gesù vuole da noi e attuarlo nella nostra vita, preghiamo

Perché lo Spirito Santo ravvivi in noi la memoria del Battesimo che ci ha rigenerati in Cristo e renda la nostra comunità capace di far tacere le parole vuote, per annunciare e vivere con coerenza gli insegnamenti del Vangelo, compiendo gesti di misericordia, di perdono e di carità, preghiamo

*****

Perché il piccolo Daniel, che oggi nasce a una vita nuova in Cristo e nella Chiesa, trovi nella parrocchia il luogo sereno e accogliente per crescere in "sapienza e grazia", davanti a Dio e agli uomini, preghiamo

Per tutti coloro che sono stati colpiti dal dramma del tsunami in Giappone, per le vittime e i loro familiari, affinché il Signore doni loro la capacità di ricominciare con coraggio e serenità la ricostruzione del loro futuro, perché i governanti si pongano al servizio dei disastrati non solo con le parole ma con gesti concreti di disponibilità, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

09-03-2011

Mercoledì delle Ceneri

 

Perché la Chiesa, che annuncia e celebra il perdono di Dio, sia per ogni uomo segno e strumento di riconciliazione e di salvezza, preghiamo

Perché i sacerdoti diano chiara testimonianza di conversione e di santità, siano attenti ai veri bisogni della comunità e vivano il loro ministero con saggezza ed umiltà, preghiamo

Perché possiamo percorrere l’itinerario quaresimale nella vera conversione, nella penitenza, nel digiuno dal superfluo e nella vicinanza concreta ai poveri e ai sofferenti, preghiamo

Perché, quanti pensano di poter fare a meno di Dio, scoprano la gioia di riconciliarsi con Lui, che spalanca le braccia a tutti, accogliendoli nella Sua infinita misericordia, preghiamo.

Perché il cammino penitenziale che oggi inizia aiuti la comunità parrocchiale a crescere nella comunione e nell’amore verso Dio e i fratelli, attraverso l’ascolto della Parola, la preghiera e la carità, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

06-03-2011

IX Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa: perché sia segno visibile dell’amore di Dio e della sua attenzione verso gli uomini, in particolare verso quanti sono delusi e sfiduciati, preghiamo

Per gli amministratori: perché, illuminati dallo Spirito, scelgano la via del bene e tutelino i diritti fondamentali di ogni persona, impegnandosi lealmente per la giustizia sociale e la pace, preghiamo

Per tutte le situazioni di precarietà e di fragilità umana: perché Gesù e la sua Parola siano la roccia sicura su cui costruire ogni scelta di vita, preghiamo

Per i bambini malati e per le loro famiglie: perché non manchi loro il conforto di un sorriso, di un abbraccio e di una preghiera che doni speranza e serenità e li faccia confidare totalmente nell’aiuto e nella misericordia di Dio, preghiamo

Per la comunità: perché, fedele alla volontà di Dio e con coraggio e coerenza, sappia tradurre il Vangelo in gesti concreti di fraternità e di carità per il prossimo, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

27-02-2011

VIII Domenica del Tempo Ordinario

v Per la Chiesa: perché viva il tempo delle difficoltà e delle prove, con speranza e coraggio, pienamente fiduciosa della presenza di Cristo e del Suo amore fedele ed eterno, in particolare per Mons. Leonardo perché il Signore lo accompagni e lo sostenga nel vivere la disponibilità di pastore della nostra Chiesa locale; preghiamo

 

v Per i diaconi Davide, Francesco, Mario e Pantaleo: perché, sostenuti dalla forza dello Spirito e dalla nostra preghiera, siano Santi Sacerdoti, testimoni credibili e coerenti della misericordia di Dio, nella gioia di amare sempre più e nella generosità della loro vocazione a servizio del Regno e dei fratelli; preghiamo

 

v Per i popoli del nord Africa che vivono questa fase della loro storia nel dramma della rivolta per la libertà: perché vengano al più presto trovate soluzioni giuste ed eque che portino alla tranquillità e alla pacifica convivenza fra diverse culture e religioni, nell’impegno condiviso per il bene comune, per la libertà e per il rispetto dei diritti umani; preghiamo

 

v Per gli innamorati: perché alla luce della Parola di Dio, che li prepara alla vita matrimoniale vivano il dono e la bellezza dell’amore con entusiasmo e serenità, liberi da ogni superbia ed egoismo, crescendo e maturando nella comunione, nella fedeltà e nell’adesione a Gesù nel servizio della Chiesa; preghiamo

 

v Per tutti noi e per la comunità: perché, distaccati dai beni materiali, sappiamo confidare nella provvidenza e nell’amore di un Dio che, in ogni circostanza della vita, ci è accanto e non ci abbandona mai, mediante una sincera e instancabile disponibilità verso gli ammalati,  i sofferenti e le persone sole;  preghiamo

*****

v.Per il piccolo Mattia, che oggi diventa creatura nuova nel Battesimo: perché, guidato dai genitori e con l’esempio dei Padrini e della comunità parrocchiale, diventi vero discepolo di Gesù e testimone fedele del Vangelo; preghiamo

 

ËËËËË

20-02-2011

VII Domenica del Tempo Ordinario

Perché la Chiesa sia disponibile e accogliente verso ogni uomo, testimoniando in modo autentico e credibile l’amore e la misericordia di Dio, preghiamo

Perché il nostro paese e tutti i popoli turbati, in questi giorni, da rivolte e violenze, superino tensioni politiche e sociali, sentimenti di odio e di inimicizia, riscoprendo, alla luce del Vangelo, la pace, l’amore e il rispetto per il prossimo e per Dio, preghiamo

Perché possiamo essere "perfetti" come il Padre e camminare, con generosità, sulla via della santità e dell’amore totale a Cristo, preghiamo

Perché il Signore ci aiuti a vincere l’indifferenza e l’egoismo che è in noi, per amare e perdonare tutti con cuore sincero, preghiamo

Perché la comunità, nell'unità, nella fraternità e nella preghiera, si apra all'amore e alla riconciliazione con Dio e con i fratelli e compia gesti concreti di condivisione e di carità, preghiamo

 

Santa Messa animata dal gruppo dell’Accoglienza

 

Perché la Chiesa sia sempre maestra di amore e di perdono, preghiamo

Perché la pace, tanto invocata da noi piccoli, sia promossa dai politici di tutti i paesi, preghiamo

Perché possiamo crescere in un mondo dove non ci sia odio e guerra, ma solo pace e amore, preghiamo

Perché riusciamo a perdonare il compagno che ci offende, preghiamo

Perché la nostra comunità sia disponibile a porgere l’altra guancia, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

13-02-2011

VI Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa: perché viva e trasmetta sempre la gioia di appartenere a Cristo e di essere strumento di misericordia, di riconciliazione e di salvezza per ogni uomo, preghiamo

Per il nostro mondo, nel quale l’ingiustizia e l’oppressione dei potenti sono causa di violenza e di guerra: perché lo Spirito e la sapienza di Dio convertano i cuori alla giustizia, alla pace e al rispetto della libertà, preghiamo

Per le famiglie: perché, fedeli alla legge dell’amore e del perdono, superino le chiusure dell’egoismo e educhino al dialogo e alla comprensione reciproca, preghiamo

Per tutti noi: perché, nel cammino di ricerca interiore e di fede, sappiamo abbandonarci con fiducia al Signore, corrispondendo, fino in fondo, alla Sua sapienza e al Suo amore infinito e incarnandoli nella quotidianità della vita, preghiamo

Per la comunità: perché, mettendo al centro la Parola, l’Eucarestia e la Preghiera, sia concreta testimonianza di comunione fraterna, di carità e di amore disinteressato verso il prossimo, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

06-02-2011

V Domenica del Tempo Ordinario

 

Per la Chiesa: perché, fedele alla sua missione, sia luce per tutti gli uomini e li guidi nella ricerca dei valori autentici dell’amore e della comunione fraterna, preghiamo

Per la città di Diamante: perché ogni battezzato, possa essere, in essa, presenza luminosa e testimone visibile del Vangelo, impegnandosi a educare alla pienezza della vita, ad accoglierla e a custodirla sempre, anche quando è debole e bisognosa di aiuto, preghiamo

Per i fanciulli e i giovani: perché trovino in Gesù e nella sua amicizia la felicità vera per diventare il sale che dà sapore e la luce che illumina la storia di ogni giorno, preghiamo

Per le famiglie: perché genitori e figli crescano insieme nella luce di Cristo e della sua Parola trasmettendola, con coraggio, gioia ed entusiasmo, in ogni ambiente, preghiamo

Per la comunità: perché sappia essere luce per quanti sono lontani dalla parrocchia e vivono nella solitudine, nella povertà e nella sofferenza spirituale e materiale, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

30-01-2011

 

IV Domenica del Tempo Ordinario

 

Per la Chiesa e i suoi pastori: perché annuncino agli uomini le Beatitudini come la vera novità del Regno di Dio che Gesù è venuto a portare regno di misericordia, di conversione e di pace, ma soprattutto di accoglienza per i più poveri e i bisognosi. Preghiamo, in particolare, per il nostro nuovo Vescovo Mons. Leonardo affinché il ministero a lui affidato sia illuminato dalla grazia di Dio e sostenuto dall’affetto e dalla preghiera dei fedeli. Preghiamo

Per tutti coloro che ci amministrano: perché nell’attenzione al bene comune, operino, con giustizia, disinteresse e onestà, mettendo al centro dei loro interessi politici il bene della nostra cittadina, il bene di tutti. Con una particolare attenzione ai più deboli, ai poveri e verso ogni forma di emarginazione. Preghiamo

Per i tutti sofferenti e in particolare per i malati di lebbra: perché trovino consolazione nella preghiera e nella solidarietà dei fratelli e siano così incoraggiati a trovare la speranza in Gesù Cristo. Preghiamo

Per il Mese della Pace: perché ragazzi, giovani, adulti e famiglie, che oggi si incontrano a Belvedere Marina, possano essere insieme sale e luce di unità, di libertà, di concordia e di amore fraterno e condiviso nell’entusiasmo e nella gioia. Preghiamo

Per la comunità parrocchiale: perchè riconosca che il Signore è la vera e unica ricchezza e sappia vivere nel quotidiano, alimentato da un sincero spirito di preghiera, il Vangelo delle Beatitudini. Sappia mettere al centro della propria vita i beati del Vangelo, privilegiando l’essenzialità, la comunione verso gli ultimi e la carità verso i più poveri. Preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

23-01-2011

III Domenica del Tempo Ordinario

Per la Chiesa: perché la luce del Signore e del Vangelo risplenda nelle sue opere, raggiungendo il cuore di tutti, specialmente di quanti, ancora, sono avvolti dalle tenebre, preghiamo

Per l’Unità dei Cristiani nell’unica Chiesa di Cristo: perché la settimana di preghiera che stiamo celebrando aiuti a percorrere la via del dialogo per arrivare alla riconciliazione tra i fratelli e alla piena comunione di fede, nel rispetto della diversità e della libertà di culto, preghiamo

Per coloro che hanno responsabilità pubbliche: perché vivano e agiscano nella moralità, nella giustizia e nella legalità, superando divisioni, risentimenti e contrasti, preghiamo

Per ciascuno di noi: perché Gesù ci faccia il dono del silenzio interiore per poter ascoltare la sua voce e seguirlo con entusiasmo e gioia nella vita di ogni giorno , preghiamo

Per la comunità parrocchiale: perché si lasci convertire dall’amore del Signore e dalla Sua Parola e sia testimone credibile di carità, di concordia e di unione fraterna, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

16-01-2011

II Domenica del Tempo Ordinario

Santa Messa animata dal gruppo della Confermazione e Mistagogia

 

Perché la Chiesa annunci e indichi agli uomini che Gesù è l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, la via della salvezza e della speranza, preghiamo

Perché i politici, nel loro lavoro, mettano al centro gli ideali di giustizia, di concordia e di pace di cui la comunità ha bisogno, preghiamo

Perché la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato ci solleciti a riconoscerci tutti fratelli e sorelle in una sola famiglia e a trovare una serena convivenza nell’accoglienza e nel rispetto reciproco, preghiamo

Perché i catechisti e gli educatori, illuminati dello Spirito, siano, come Giovanni Battista, testimoni di Cristo Salvatore e del suo amore, preghiamo

Perché la Parrocchia, sostenuta dalla Parola e dal Pane Eucaristico, cresca nella fraternità e nella comunione, superando ogni incomprensione e divisione, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

 

09-01-2011

BATTESIMO DEL SIGNORE

 

Per la Chiesa e i sacerdoti: perché siano coerenti alla fede ricevuta nel Battesimo, ascoltino la voce dello Spirito, trasmettano la Parola e annuncino a tutti che Gesù è il Salvatore, preghiamo

Per i cristiani minacciati a motivo della fede: perché sentano la solidarietà del Figlio di Dio che si è fatto peccatore tra i peccatori, nella convinzione che la fedeltà al Vangelo comporta anche la persecuzione ed il martirio, preghiamo

Per ogni battezzato: perchè viva responsabilmente, giorno dopo giorno, la propria vocazione cristiana, nella santità dei pensieri e delle azioni, seguendo la via di Gesù e il suo insegnamento, preghiamo

Per tutti i confermati nella santa Cresima con il dono dello Spirito: perché diventino visibilmente somiglianti a Cristo, testimoni fedeli del Padre e partecipi attivi della missione apostolica a cui sono chiamati, preghiamo

Per noi qui riuniti: perché, accomunati dal dono del Battesimo, possiamo essere, sempre e in qualsiasi ambiente, esempio di speranza, amore e carità, preghiamo.

Ë Ë Ë Ë Ë

06-01-2011

EPIFANIA DEL SIGNORE

Per le Chiese d’Oriente e di Occidente: perché crescano insieme, si riconoscano unica famiglia nella fede in Cristo e si aiutino come Chiese sorelle, nel comune intento di educare nuove generazioni di discepoli e apostoli del Vangelo, preghiamo.

Per gli uomini della cultura e della ricerca scientifica: perché sappiano riconoscere i segni di Dio nella creazione e si aprano al dono della verità nel rispetto e nella tutela della vita umana e della famiglia, preghiamo.

Per i bambini, vittime della malvagità degli uomini e dei tempi: perchè, liberati da ogni forma di violenza, trovino sempre aiuto e protezione e abbiano accanto genitori e educatori che li guidano nella fede e nella vita, preghiamo

Per le famiglie: perchè, guardando ai Magi, si scoprano anche loro in cammino verso Gesù e sappiamo essere, nel cielo dell’oggi, stelle che indicano la vera Luce del mondo e Speranza dell’umanità intera, preghiamo

Per la comunità: perchè, in ogni celebrazione eucaristica, si offra con Cristo al Padre per la salvezza degli uomini e abbia cura delle famiglie che vivono il dramma della malattia, della povertà, della solitudine, della separazione e dell’abbandono, preghiamo

 

Ë Ë Ë Ë Ë

02-01-2011

II DOMENICA DOPO NATALE

 

Per la Chiesa: perché, voce di sapienza e testimone della Parola, porti il suo messaggio di amore e di comunione in ogni casa, nelle famiglie e nelle situazioni di discordia, di odio e di ingiustizia, preghiamo

Per gli amministratori: perché, sostenuti dalla Parola, sappiano operare, nella comunità di Diamante, scelte di giustizia e di solidarietà, verso le famiglie in difficoltà, i giovani disoccupati e quanti vivono nel disagio sociale ed economico, preghiamo

Per i fidanzati: perché crescano nella reciproca conoscenza, nella condivisione del dono dell’amore e si preparino a costruire la propria famiglia secondo la parola del Vangelo, preghiamo

Per le famiglie: perché Gesù e la Sua Parola siano al centro di ogni giornata, guida e luce, nelle gioie, nelle difficoltà e nelle incomprensioni della vita quotidiana, preghiamo

Per la parrocchia e gli operatori pastorali: perché, alla scuola della Parola, testimonino l’amore di Gesù in famiglia e vivano il proprio servizio nella comunione gioiosa e nel dialogo fraterno, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

01-01-2011

MARIA SS. MADRE DI DIO

 

Per la Chiesa: perché, sostenuta da Maria Madre di Dio, porti la luce del Vangelo nelle famiglie, raccolga le loro speranze e le guidi a essere scuole di libertà e di pace, preghiamo

Per i martiri cristiani dei nostri tempi: perché, sorretti dall’amore e dalla coerenza della fede, siano forti nella Parola, testimoni coraggiosi di pace, di fedeltà a Dio e ai fratelli, preghiamo

Per la città di Diamante: perché in essa si rafforzi il senso di responsabilità per la costruzione della famiglia e, alimentata dalla Parola, maturi nell’armonia e nella pace, superi inimicizie e rancori, nel rispetto della dignità e della libertà di ogni persona, preghiamo

Per la pace, benedizione di Dio: perchè tutti i cristiani si impegnino a realizzarla in famiglia, nel lavoro, in politica e nei luoghi dove si sperimentano persecuzioni, discriminazioni, atti di violenza e di intolleranza religiosa, preghiamo

Per i bambini e per le loro famiglie: perchè, protetti da Maria, crescano nella fede, nella preghiera, nell’apertura ai fratelli e nella testimonianza di una vera intesa di amore e di comunione, preghiamo

Ë Ë Ë Ë Ë

 

Archivio preghiere anno 2010 >>>clicca qui

 

L

 

Via  G. Carducci - 87023 Diamante - Telefax 0985.877248

Hit Counter